rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Lavori pubblici: dal Comune 137 milioni di euro di investimenti nel 2022

L'assessore Raffaele Latrofa fa il punto sugli interventi che partiranno il prossimo anno: nel triennio 2022-2024 già stanziati 160 milioni di euro

Pianificazione e sostenibilità degli obiettivi di raggiungere: sono le direttrici lungo le quali si muove l'amministrazione comunale nell'ambito dei lavori pubblici. Lo assicura l'assessore Raffaele Latrofa, alle prese con l'illustrazione degli interventi principali programmati per il 2022 e, più a grandi linee, dei numeri che compongono il Piano triennale dei lavori dal 2022 al 2024. "Prima di tutto esprimo la soddisfazione, personale e a livello di amministrazione, per i risultati raggiunti nei primi tre anni di mandato" sottolinea Latrofa. "I bilanci stilati fino a oggi sono ricchi di apprezzamenti a ogni livello - prosegue l'assessore - i più importanti sono ovviamente quelli che arrivano dalla cittadinanza. I residenti sono i primi fruitori di tutti gli interventi che mettiamo in cantiere. Fanno piacere, comunque, anche i riscontri positivi che giungono da fuori Comune: esperti nel settore dell'urbanistica e del verde urbano, riviste specializzate nel settore, istituzioni e enti che guardano con interesse ai nostri programmi di sviluppo. Il piano delle opere pubbliche di Pisa stuzzica curiosità e partecipazione".

Nel triennio 2022-2024 Palazzo Gambacorti conta di spendere 160 milioni di euro in opere pubbliche, gran parte dei quali sono già programmati per il prossimo anno: entro il 31 dicembre 2022 infatti la Giunta avvierà cantieri per un ammontare complessivo di 137 milioni. "I macrosettori nei quali concentreremo il lavoro - spiega Latrofa - sono: l'edilizia popolare, le infrastrutture scolastiche e l'arredo urbano. Il fulcro degli interventi del 2022 è rappresentato dal Pinqua, il Piano per la qualità dell'abitare con il quale interverremo globalmente su interi quartieri della città". Le zone interessate dai lavori di riqualificazione dei palazzi, sistemazione del verde e dell'arredo urbano e riasfaltatura delle strade sono: Gagno, via Piave-via Rindi, Pisanova. "Complessivamente - aggiunge l'assessore Latrofa - per questo progetto saranno investiti circa 62 milioni di euro. I lavori termineranno entro sei anni dall'avvio dei cantieri".

Altri 20 milioni di euro saranno utilizzati per il capitolo della riqualificazione urbana, nel quale un posto centrale è assegnato al Palazzetto dello sport di Barbaricina. "Investiremo 5,1 milioni di euro per la realizzazione della nuova piscina comunale, nello stesso sito nel quale sorge adesso. Di pari passo intendiamo riqualificare il Palazzetto dello sport. Per questa struttura stiamo seguendo due filoni - ammette Raffaele Latrofa - una strada mira alla costruzione di una nuova struttura con i fondi già intercettati. Un'altra strada porta invece a un finanziamento con partenariato pubblico/privato". Nell'ambito della riqualificazione urbana c'è anche la voce riguardante la riqualificazione del Parco della Cittadella, per un importo pari a circa 7 milioni.

La terza voce di spesa maggiore è quella assegnata agli istituti scolastici, "per i quali dal momento del nostro insediamento - specifica Latrofa - abbiamo iniziato una revisione accurata dei requisiti antisismici. Su circa 60 edifici situati nel territorio comunale, c'era il triste record di non avere alcuna certificazione antisismica al passo con le normative. Ci siamo dati l'obbligo di metterne a norma 5 o 6 l'anno. Anche nel 2022 abbiamo programmato 6,2 milioni di euro di lavori per l'adeguamento antisismico, accanto agl interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria". Entreranno nel vivo, inoltre, gli interventi nella zona della Stazione centrale: il più importante è quello previsto al villaggio popolare di San Giusto grazie al quale saranno realizzati dei nuovi parcheggi e una nuova piazza in via Quarantola per 3,8 milioni di euro. E proseguiranno i lavori per l'edilizia popolare, con un nuovo progetto da 2,2 milioni di euro nella zona di Sant'Ermete.

In programma anche diversi interventi sulle piste ciclabili: la realizzazione di una pista ciclabile in viale delle Cascine di collegamento tra il centro storico della città e il Parco naturale di San Rossore (1,5 milioni di euro) da finanziare con bando ministeriale per contributi in progetti di rigenerazione urbana; la realizzazione la realizzazione del Ponte sull’Arno che collegherà le Cascine Nuove a San Rossore con la pista ciclopedonale lungo il tracciato dell’ex trammino, per un investimento complessivo di 1,8 milioni di euro; il completamento del percorso ciclopedonale Mura tra piazza delle Gondole e il parco urbano delle Mura (95 mila euro); la realizzazione di ulteriori ciclovie urbane per circa 850 mila euro, tra cui il collegamento Stazione-polo universitario di via Bonanno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavori pubblici: dal Comune 137 milioni di euro di investimenti nel 2022

PisaToday è in caricamento