Turismo e disabilità: online la mappatura di 100 strutture cittadine

Il lavoro è stato realizzato nell’ambito del progetto Itaca: cinque gli itinerari cittadini mappati: uno sull’asse aeroporto-Duomo e altri 4 dedicati ai quartieri storici

Una delle mappe disponibili on line. Sotto un momento della conferenza stampa odierna

Diventano 100 le strutture turistiche, ricettive e culturali della città mappate all''interno del progetto ITACA (Itinerari Turistici ACcessibili e Aperti), l’iniziativa di cooperazione europea avviata due anni fa e di cui la Società della Salute della Zona Pisana è l’ente capofila. Il lavoro, cominciato nella primavera 2017, ha coinvolto enti, operatori e associazioni del territorio, che hanno collaborato per creare un sito web e una app (Itaca) con gli itinerari turistici accessibili di Pisa. Entrambi gli strumenti e le loro funzionalità sono stati presentati questa mattina, 11 marzo, alla chiesa della Spina.

Progetto Itaca al via: "Un marchio per l'accessibilità turistica della città"

"La webmap - ha spiegato Roberto Guiggiani, coordinatore del progetto - costituisce una piattaforma transfrontaliera in cui punti di interesse ed itinerari sono stati inseriti in modo da creare un unico strumento di 'turismo per tutti' nel territorio costiero compreso fra Toscana, Liguria, Sardegna e Corsica, che include anche le linee di collegamento aeree, ferroviarie e marittime. Per quanto riguarda Pisa, la webmapp e la app, scaricabile dal sito, contengono al momento 100 punti di interesse, dislocati in 5 itinerari turistici. Uno attraversa la città, dall’aeroporto Galilei fino a Piazza del Duomo, mentre gli altri 4 sono dedicati ai quartieri storici: Sant’Antonio, Santa Maria, San Francesco, San Martino".

I punti di interesse sono stati censiti dall'associazione Handy Superabile che ha verificato, anche attraverso sopralluoghi e fotografie, l'accessibilità di musei, chiese, alberghi, bar, farmacie e servizi pubblici: per ognuno è stata redatta una scheda, in alcuni casi corredata da virtual tour, che rende ancora più visibili le caratteristiche di accessibilità. Le strutture aderenti al progetto riceveranno un marchio turistico di ospitalità accessibile con un preciso regolamento da sottoscrivere.

"Pisa - ha affermato  l’assessore alle Politiche sociali del Comune e presidente della Sds Pisana, Gianna Gambaccini - rappresenta la città dei diritti ma anche dei doveri. E’ infatti un dovere di chi la governa favorire l'accoglienza per i disabili e per le fasce più deboli della popolazione che esprimono la volontà di viaggiare e hanno il diritto di trovare una città che accolga le loro necessità".

Soddisfatto anche l'assessore al Turismo, Paolo Pesciatini. "L'accessibilità per tutti - ha detto Pesciatini - è oggi uno dei temi più importanti per chi si occupa di turismo. Sono contento che tanti operatori pisani abbiano aderito al progetto, dimostrando una grande sensibilità per il tema dell’accessibilità e di voler crescere in qualità. Ricordo che è ancora possibile far parte del progetto e gli operatori interessati possono compilare la manifestazione di interesse sul sito della Società della Salute".

Per l’assessore alla Disabilità Rosanna Cardia si tratta di "un traguardo importante, che dimostra l’impegno per rendere sempre più accessibile la nostra città. Il valore del progetto sta anche nell’opportunità di coinvolgere e stimolare le imprese del territorio nella partecipazione ad un progetto comune e condiviso tra più attori economici e sociali".

Per testare la funzionalità della app, il 23 marzo prossimo è prevista una giornata in cui rappresentanti delle associazioni e cittadini disabili, potranno effettuare un tour dal vivo dei 4 itinerari nei quartieri storici di Pisa proposti dalla webmapp. Nell’occasione sarà presente un interprete LIS. Al termine delle visite, curate dall’associazione Guide Turistiche di Pisa, i partecipanti avranno la possibilità di evidenziare eventuali criticità e dare suggerimenti attraverso la compilazione di un questionario e una discussione di gruppo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • bellissimo il progetto. e vado a capo dicendo che l'Amministrazione deve fare di più per impedire che il reale accesso dei disabili alle bellezze della nostra città sia vanificato da parcheggi su marciapiedi, mancanza di rampe e scivoli ed abuso dei parcheggi per disabili da parte di chi non ha titolo ad usarli

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Auto sfonda la vetrata del bar Lilli: "Siamo disperati, poteva esserci una strage"

  • Politica

    Elezioni, domenica alle urne: la diretta della giornata di voto

  • Cronaca

    Rubano casseforti dalla banca ma vengono inseguiti: furto sventato

  • Cronaca

    L'attore Willem Dafoe al Podere Cortesi di Santa Luce

I più letti della settimana

  • Muore dopo essere caduta dalla finestra: probabile suicidio a Pontedera

  • Lutto nel mondo della sanità: muore infermiere dell'Aoup

  • Via Aurelia: sbanda e si schianta contro la vetrata del bar

  • Cinque ristoranti dove mangiare carne a Pisa

  • Auto sfonda la vetrata del bar Lilli: "Siamo disperati, poteva esserci una strage"

  • Dermatite atopica: visite gratuite al Santa Chiara

Torna su
PisaToday è in caricamento