rotate-mobile
Cronaca Cisanello / Via Giuseppe Moruzzi

I precari del Cnr ancora in protesta, il sindaco: "E' un problema sociale, pieno sostegno"

Marco Filippeschi ha portato la solidarietà dell'amministrazione comunale ai ricercatori che già la scorsa settimana avevano manifestato contro la legge di bilancio

Sono tornati in strada questa mattina, 23 ottobre, i ricercatori e i lavoratori precari dell'area Cnr di Pisa, dopo la manifestazione della scorsa settimana, per protestare contro la legge di bilancio, attualmente in approvazione al Senato, che prevede solo il finanziamento di 300 posti di lavoro a fronte dei 4.500 necessari. Al flash mob ha partecipato anche il sindaco di Pisa Marco Filippeschi.

“Come sindaco vi porto la solidarietà del Comune e la disponibilità a sostenere la vostra protesta” ha detto il primo cittadino che ha preso parola dopo la drammatizzazione della 'morte della ricerca per esprimere il proprio sostegno al flash mob: “Pisa ha un ruolo fondamentale in questa battaglia, dal momento che ospita uno dei centri di ricerca più grandi d’Italia e nel nostro tessuto cittadino si concentra la più alta percentuale di personale legato al mondo della ricerca rispetto alla popolazione. Dunque il problema del precariato nel mondo della ricerca a Pisa diventa un problema sociale, se pensiamo soprattutto che il fenomeno non riguarda soltanto i giovani, ma anche padri e madri di famiglia che da tanti anni vivono in questa situazione”.
“Dunque - ha concluso il sindaco - vediamo come è possibile convergere tutti insieme per sostenere e dare una maggiore visibilità alla vostra protesta”.

Presenti alla manifestazione per esprimere il proprio sostegno ai ricercatori anche l’on. Paolo Fontanelli e la consigliera comunale Mariachiara De Neri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I precari del Cnr ancora in protesta, il sindaco: "E' un problema sociale, pieno sostegno"

PisaToday è in caricamento