Cronaca

Ricorso al Tar contro la variante stadio: "Il Comune rinvia il momento della verità"

L'associazione 'La Città Ecologica' informa sui tempi di trattazione del ricorso presentato a gennaio, procedura che resta lunga per una decisione dell'amministrazione

L'associazione 'La Città Ecologica' ha cercato di accelerare i tempi di trattazione del proprio ricorso al Tar sulla variante stadio, ma il Comune di Pisa si è rifiutato di aderire all'istanza. Dicono questo, in una nota, gli ambientalisti: "L'11 gennaio 2021 abbiamo fatto presentare dallo Studio Gracili di Firenze, il nostro avvocato, una Istanza di prelievo in merito al ricorso al Tar contro la Variante urbanistica che prevede l'ampliamento dello stadio a Porta a Lucca. L'Istanza in questione è la richiesta al Tar toscano per una trattazione anticipata del ricorso e non fra chissà quanti anni. Crediamo sia utile a tutti i protagonisti di questa vicenda (Comune di Pisa, Pisa S.C., noi) conoscereil  prima possibile se la variante sta in piedi oppure no".

Il Tar, inizialmente, il primo febbraio ha stabilito che la richiesta "dovrebbe essere sottoscritta anche dal Comune, allo scopo di chiarire l'incidenza del ricorso in epigrafe sulla complessa vicenda di cui si tratta". Dopo questa pronuncia, "i nostri legali hanno contattato quelli del Comune di Pisa per sapere se volevano sottoscrivere l'Istanza di prelievo. Il 12 marzo il Comune di Pisa ha risposto negativamente al nostro invito".

"Siamo rimasti, a dir poco, stupiti della scelta - scrive La Città Ecologica - se il Comune di Pisa è sicuro del suo buon diritto, come ha sempre detto, ha tutto l'interesse a definire quanto prima la questione. In questo modo confermerebbe ai pisani di aver agito con correttezza amministrativa e darebbe agli investitori la certezza di poter investire con alle spalle un quadro giuridico definito e definitivo. La scelta del Comune, a nostro parere, denota invece insicurezza nelle proprie ragioni e la volontà di rinviare il momento della verità contando sui tempi lunghi della giustizia italiana, magari passando il testimone alla prossima amministrazione comunale e così non assumendosi la responsabilità delle proprie scelte".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ricorso al Tar contro la variante stadio: "Il Comune rinvia il momento della verità"

PisaToday è in caricamento