Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca San Giuliano Terme / Via Ulisse Dini

Roberta Ragusa, la supertestimone: "In via Gigli Logli puliva qualcosa". Sangue?

A maggio scadranno i termini dell'ultima proroga alle indagini. Gli inquirenti, grazie alle varie testimonianze, potrebbero avere sufficienti elementi per il rinvio a giudizio del marito della donna scomparsa

Sarebbe stato visto mentre puliva qualcosa Antonio Logli, proprio in via Gigli e proprio la notte della sparizione di Roberta Ragusa, l'imprenditrice di San Giuliano Terme scomparsa oltre due anni fa dalla sua villetta di via Ulisse Dini, vicenda per la quale è indagato per omicidio volontario e occultamento di cadavere: contro il marito gli inquirenti avrebbero raccolto elementi sufficienti per chiedere il rinvio a giudizio. Su tutti la testimonianza di Loris Gozi, che vide una uomo ed una donna litigare, confermata dal racconto di una nuova super testimone, Silvana Piampiani, una signora che abita proprio in via Gigli e che ha riferito di aver visto prima una donna in tuta rosa che camminava lungo la strada, poi una coppia che litigava e poi un uomo, Antonio Logli, che puliva qualcosa, forse sangue come riportano oggi i quotidiani.


Tutti elementi che portano quindi a puntare il dito contro Antonio Logli. A maggio scadranno i termini dell'ultima proroga delle indagini: a quel punto il caso potrebbe essere archiviato oppure il marito potrebbe finire sotto processo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta Ragusa, la supertestimone: "In via Gigli Logli puliva qualcosa". Sangue?

PisaToday è in caricamento