Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Pontedera

Sciopero Piaggio, attacco al Pd, il partito: "Indebito"

Le tute blu dell'azienda di Pontedera hanno accusato il Partito Democratico di aver sostenuto le modifiche all'articolo 18 e hanno sottolineato la volontà di allontanarsi definitivamente dal Pd

"Un indebito attacco al Pd, accompagnato da una discutibile manifestazione davanti alla sede, con l'intenzione di imputare al partito la responsabilità dell'approvazione di provvedimenti diretti a colpire i diritti dei lavoratori". Questo il commento sullo sciopero Piaggio di ieri pomeriggio del segretario provinciale del Partito Democratico Francesco Nocchi e il segretario Pd di Pontedera Antonio Pasquinucci, dopo che i lavoratori dell'azienda della Vespa hanno accusato il partito di Bersani di avere sostenuto le modifiche all'articolo 18.


"Il Pd - proseguono i due esponenti - è impegnato, a livello politico e parlamentare, per risolvere la questione dei cosiddetti esodati e per salvaguardare le tutele previste dall'articolo 18. Il primo risultato di questo impegno è stata la reintroduzione della possibilità per il giudice di stabilire il reintegro del lavoratore nei casi di licenziamento ingiustificato per motivi economici. Il nostro impegno continuerà sia nella discussione alla Camera, sia nella costruzione di un rapporto unitario con i sindacati confederali (Cgil, Cisl e Uil), la cui voce siamo impegnati a far pesare nelle trattative col Governo, sia nella costruzione, che deve cominciare da oggi, di un'alternativa fondata su una piena valorizzazione del lavoro, che deve essere garantita molto al di là di quanto si può ottenere in questa fase politica".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero Piaggio, attacco al Pd, il partito: "Indebito"

PisaToday è in caricamento