Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Violava prescrizioni per l'incolumità pubblica: sequestrato deposito di armi

La decisione è stata presa giovedì dal Gip a seguito dei controlli effettuati dalla Polizia Amministrativa di Pisa. Il titolare del locale è stato denunciato per 'detenzione in deposito di materiale esplodente senza le prescritte cautele'

Il personale della Divisione Polizia Amministrativa della Questura ieri ha posto sotto sequestro un deposito per la vendita di munizioni in un campo di tiro a volo del comune di Pisa, e di circa 33mila cartucce custodite abusivamente all'interno del deposito. A decidere il sequestro il Gip del Tribunale di Pisa, Dr. Giulio Cesare Cipolletta, su richiesta del Pubblico Ministero della Procura di Pisa, Flavia Alemi, a seguito di un controllo in cui è stato accertato che il titolare, un 61enne residente a Lucca, stava violando le prescrizioni imposte dalla normativa a tutela dell’incolumità pubblica.

Gli accertamenti dei poliziotti hanno infatti permesso di verificare che il titolare utilizzava l’ufficio segreteria come magazzino per il deposito di armi e la vendita di cartucce senza rispettare quindi le regole di sicurezza. Il titolare, inoltre, svolgeva l'attività abusivamente, non avendo provveduto a richiedere al Comando provinciale dei Vigili del Fuoco il rinnovo del certificato di prevenzione incendi, obbligatorio per legge. Il titolare del locale è stato quindi denunciato per il reato di 'detenzione in deposito di materiale esplodente senza le prescritte cautele'.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violava prescrizioni per l'incolumità pubblica: sequestrato deposito di armi

PisaToday è in caricamento