Domenica, 20 Giugno 2021
Cronaca Centro Storico

"Serata Pirandello" al Teatro Verdi di Pisa

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

È incentrato un noto compositore pisano il secondo appuntamento con il ciclo di opere da Camera, tra le novità della Stagione Lirica di quest’anno. Giovedì 17 gennaio, infatti, alle ore 20.30, in Sala Titta Ruffo, raccolti sotto il titolo di “Serata Pirandello”, vanno in scena Sgombero e La Patente, due atti unici – il primo dalle novelle del drammaturgo e scrittore girgentino, il secondo dalla novella e dalla commedia omonime – ridotti e messi in musica nel 2010 da Marco Bargagna, musicista di vaglia, studioso di musica sacra, affermato maestro del coro, docente di lettura della partitura al Conservatorio Cherubini di Firenze.

A proporli sono il Teatro di Pisa e l’Associazione “Il Teatro alla Moda”, che già aveva messo in scena Sgombero, mentre La Patente viene presentato giovedì in prima assoluta.
La regia è di Fabrizio Corucci (in questi giorni in tournée con la Compagnia della Rancia per il Frankenstein Junior firmato da Saverio Marconi dove interpreta proprio il ruolo del mostro); maestro concertatore e pianista Leonardo Andreotti, scene di Cristian Biasci, disegno luci di Jean-Paul Carradori, toghe de La Patente gentilmente messe a disposizione dall’Ordine degli Avvocati di Pisa. Gli interpreti sono il soprano Rosalba Mancini in Sgombero; il tenore Nicola Vocaturo e il baritono Carlo Morini ne La Patente, affiancati dal tenore Mentore Siesto, dal baritono Andrea Paolucci e dal basso Giorgio Marcello rispettivamente nei ruoli del primo, del secondo e del terzo giudice, e dall’attore Alessandro Bargagna nel ruolo dell’usciere Marranca.
Sgombero è storia forte, drammatica, imperniata su un’unica protagonista, Lora.  La giovane ha alle spalle una vita di soprusi, maltrattamenti, violenze familiari; una volta rimasta incinta, è stata malamente cacciata dalla famiglia; ha poi abbandonato il piccolo sulla soglia di casa dei propri genitori che lo hanno accolto; infine sono morti sia il piccino che poi il padre di Lora. Una giovane vita, quella di Lora, già colpita da un insieme di tragedie immani, tragedie che ora la donna, disperata, ripercorre in un lungo e accorato sfogo idealmente rivolto al padre. 
“Lora è sola, come lo sono tanti personaggi di Pirandello – annota Marco Bargagna – e parla, racconta, toccando una varietà infinita di stati d’animo, da quello di sfida verso i vicini curiosi che spiavano dalle finestre e che lei redarguisce con ironia (su un ritmo di rag-time), alla riflessione quasi religiosa sul cero e sul crocifisso, alla ribellione contro la povertà fino alla lunga invettiva contro il padre in cui si sfoga di tutto ciò che ha sofferto, raccontando il suo vissuto, e placandosi solo al ricordo del suo bambino morto del quale, frugando nel canterano, ritrova il corredino che era stato conservato”. 
Di tutt’altro tenore La Patente. La trama è nota, e ruota tutta attorno a Rosario Chiàrchiaro (Carlo Morini), disoccupato con famiglia a carico, uomo cinico e istrionesco che, accompagnato da una nomea di iettatore, decide di farsela ‘certificare’ da una condanna in tribunale per poi poterla volgere a proprio vantaggio, soprattutto economico. Gli fa da contraltare il giudice D’Andrea (Nicola Vocaturo), un uomo buono, un sognatore sensibile alle disgrazie altrui e sempre pronto a capire le ragioni del prossimo. Ne La Patente “sono presenti alcuni temi musicali che caratterizzano personaggi o situazioni – annota ancora Marco Bargagna – ma, al di là di tutto ciò, ho cercato  di rendere  giustizia alla parola,  sottolineando in qualche modo gli stati d’animo dei personaggi e le diverse atmosfere  quasi che la musica fosse semplicemente una colonna sonora a commento del testo”.
Una serata davvero da non perdere. 
Biglietti in vendita al Botteghino del Teatro Verdi a 15 euro (posto unico non numerato; prime file riservate agli abbonati del ciclo “opere da Camera”).
Per informazioni: Teatro di Pisa tel 050 941111.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Serata Pirandello" al Teatro Verdi di Pisa

PisaToday è in caricamento