rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Centro Storico / Via Cesare Battisti

Sesta Porta: lavori in corso, ma i vigili mantengono lo sciopero

L'intervento per risolvere le criticità evidenziate dall'Asl terminerà tra una decina di giorni. Intanto è stato nominato ufficialmente Pietro Pescatore comandante della Polizia Municipale

E' stato trattato nella seduta del Consiglio Comunale di giovedì 25 febbraio il 'caso Sesta Porta', ovvero la denuncia, con la conseguente mobilitazione dei vigili urbani, per le condizioni della struttura che accoglie il comando della Municipale. Gli spogliatoi sono stati dichiarati inagibili dall'Asl dal punto di vista igienico-sanitario con la necessità di effettuare lavori per la messa a norma dei locali.

"Sono iniziati i lavori di adeguamento dei locali della Sesta Porta secondo le prescrizioni della Asl - ha detto durante la seduta consiliare l'assessore ai Lavori Pubblici Andrea Serfogli - questi lavori si concluderanno entro una decina di giorni. Saranno effettuati, per esempio, i lavori per rafforzare adeguatamente l’areazione negli spogliatoi, per la pavimentazione antiscivolo, per la sostituzione di parte della pompa di rilancio dei servizi. Sulla compartimentazione dell’armeria e sulla camera di sicurezza stiamo predisponendo degli interventi da sottoporre ai responsabili dell’ordine pubblico per poi passare, secondo le indicazioni ricevute, alla realizzazione". "Sarà inoltre posto - ha aggiunto - un blocco all’ascensore per evitare che gli utenti possano arrivare al garage. Sull’accesso via sottopasso al parcheggio si stanno valutando soluzioni alternative".

L'altra notizia che è uscita sempre dalla seduta del Consiglio Comunale è la nomina, già comunque praticamente certa, del comandante della Polizia Municipale: è stato infatti confermato Pietro Pescatore. A comunicarlo l'assessore Federico Eligi. Passano ad altri dirigenti il tema della partecipazione e delle politiche giovanili. L'avvocato Pescatore mantiene anche l’incarico di dirigente presso il Consiglio Comunale. La decisione di mantenere Pescatore alla guida dei vigili urbani soddisfa il consigliere comunale di Forza Italia - Pdl e vicepresidente del Consiglio Comunale Riccardo Buscemi. "Ha prevalso il buon senso - afferma Buscemi perché la conferma definitiva di Pescatore a comandante della Polizia Municipale è innanzitutto una scelta con impatti neutri sul bilancio comunale, positiva ed efficiente sotto tutti gli aspetti; dà stabilità e prospettive di indirizzi di lavoro ad un corpo delicato come quello della Polizia Municipale. Da oggi le priorità di Pescatore sono la sicurezza urbana e la caserma dei Vigili alla Sesta Porta, dopo la clamorosa proclamazione dello sciopero per il prossimo 10 marzo. Auguro al comandante Pietro Pescatore buon lavoro”. Buscemi non si esime dal rammaricarsi che proprio mentre riceveva la risposta dalla Giunta sulla nomina del comandante, il sindaco era assente perché impegnato a ricevere una delegazione della Polizia Municipale nel tentativo di scongiurare lo sciopero proclamato dai vigili. “E ad oggi lo sciopero resta ancora in piedi - chiosa Buscemi - in tal senso esprimo la mia solidarietà a tutti gli agenti per lo stato di disagio in cui sono costretti a lavorare”.sesta porta sottopasso-2

Durante la seduta infatti una delegazione di vigili urbani ha manifestato infatti il proprio malcontento per portare all'attenzione dei consiglieri le problematiche inerenti la Polizia Municipale. La risposta ricevuta però non ha soddisfatto e lo sciopero resta proclamato. "Ci saremmo aspettati maggiore attenzione da parte della maggioranza consiliare che ha deciso di non dare priorità alla discussione sui vari ordini del giorno riguardanti la Sesta Porta - affermano le organizzazioni sindacali e la Rsu del Comune di Pisa - dopo l'assenza del sindaco ai tavoli sindacali e prefettizi, un'ulteriore dimostrazione di come l'argomento Sesta Porta non sia affrontato nei tempi e nei modi adeguati alla soluzione dei problemi. Il sindaco, dal canto suo, rivendica la conferenza dei servizi sulla Sesta Porta che arriva con quasi tre anni di ritardo. E' inaudito che un ordine del giorno approvato all'unanimità dal Consiglio sia stato disatteso per quasi due anni perchè i lavori previsti per l'adeguamento della Sesta Porta non sono mai stati nel frattempo eseguiti".

"Tanta disattenzione verso gli agenti di Polizia Municipale e verso un corretto utilizzo dei fondi pubblici è una ferita al'intero tessuto democratico della nostra città - proseguono - gli agenti e le organizzazioni sindacali ritengono prioritario un investimento dell'amministrazione in tutti i servizi  comunali salvaguardando professionalità e dignità del personale". "Ricordiamo - concludono - che la chiusura della strada sotto la Sesta Porta, una nuova sede per la Polizia Municipale, i lavori da eseguire come richiesto dai Vigili del Fuoco e dalla Asl, la questione del parcheggio, rappresentano le istanze più sentite dai lavoratori che in Consiglio Comunale hanno protestato con compostezza portando i loro contenuti alla attenzione dei consiglieri".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesta Porta: lavori in corso, ma i vigili mantengono lo sciopero

PisaToday è in caricamento