menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Toscana ritorna arancione: su le saracinesche per negozi e parrucchieri

Scuole di ogni ordine e grado in presenza, con limitazioni per gli istituti superiori. Restano in vigore le restrizioni da zona rossa in alcune aree della regione, come ad esempio nel comprensorio del cuoio

Dopo due settimane in zona rossa, la Toscana si risveglia arancione oggi, lunedì 12 aprile, anche se rimangono rosse alcune aree estese del territorio, vale a dire le intere province di Firenze e Prato, i Comuni di San Miniato, Montopoli Valdarno, Santa Croce sull’Arno, Castelfranco di Sotto per quanto riguarda la provincia di Pisa, i Comuni di Poggibonsi, San Gimignano, Colle di Val d’Elsa, Casole d’Elsa, Radicondoli nel senese. In rosso rimarranno fino a sabato 17 aprile, come stabilito dalle ordinanze del presidente della Regione Eugenio Giani. In queste zone restano dunque in vigore le massime restrizioni con la chiusura dei negozi non essenziali, le scuole in presenza solamente fino alla prima media e il divieto di uscire di casa se non per motivi di lavoro, di necessità, di salute e di studio.

Le misure in vigore in zona rossa

Per quanto riguarda invece le porzioni di territorio in zona arancione, cambia ben poco per bar e ristoranti che dovranno proseguire con asporto e consegna a domicilio, riaprono però tutti i negozi (compresi parrucchieri e centri estetici) e le scuole saranno in presenza (con limitazioni però per quanto riguarda gli istituti superiori dove potranno frequentare al massimo fino al 75% degli studenti). Spostamenti consentiti senza autocertificazione all'interno del proprio Comune. In vigore il coprifuoco dalle 22 alle 5.

Le misure in vigore in zona arancione

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Riaperto il Museo della Geotermia di Larderello

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PisaToday è in caricamento