Cronaca Pontedera / Corso Giacomo Matteotti

Pontedera, il Tribunale è salvo (per ora): le cause penali restano in riva all'Era

Il Tar ha sospeso l'ordinanza del presidente del Tribunale pisano, in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale a luglio. Il sindaco Millozzi: "Il nostro Tribunale ha i numeri e l'importanza per essere salvato"

Il Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio ha accolto, in attesa del pronunciamento della Corte Costituzionale a luglio, la richiesta di sospensiva dell'ordinanza del presidente del Tribunale, che stabiliva il trasferimento a Pisa, presentata dal Comune di Pontedera.
L’ordinanza stabiliva il trasloco delle cause penali.
Era stato disposto che tutte le nuove cause penali, infatti, sarebbero state trattate a Pisa.

Su questa decisione il Comune di Pontedera aveva presentato ricorso al Tar. E ieri il Tar ha sospeso l'ordinanza del presidente del Tribunale pisano.

Soddisfazione è stata espressa dal sindaco Simone Millozzi.
“Sappiamo che si tratta di una battaglia lunga e difficile ma oggi registriamo un primo punto a nostro favore - dice il sindaco Millozzi - con la sospensione della misura del Presidente del Tribunale che cominciava di fatto a trasferire le cause penali a Pisa. L'atto del governo precedente è una forzatura. I tagli orizzontali sono inopportuni e inutili. Il nostro tribunale ha i numeri e l'importanza per essere salvato. Andremo avanti sulla strada avviata e continueremo la battaglia anche nelle sedi politiche. Ci auguriamo che questo nuovo Governo, che sta mostrando qualche attenzione in più ai territori, comprenda che i tagli lineari alla giustizia non risolvono i problemi di bilancio e nemmeno aiutano le comunità, che in questa fase stanno facendo conto con le tensioni create dalla stessa crisi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pontedera, il Tribunale è salvo (per ora): le cause penali restano in riva all'Era

PisaToday è in caricamento