life

Raccolta differenziata, via il 2° step: dal primo febbraio nuovi quartieri col 'porta a porta'

Nel 2015 numerosi quartieri passeranno alla raccolta dei rifiuti con il 'porta a porta', al fine di raggiungere la soglia di legge del 65%. Al momento Pisa si attesta a circa il 40%. Chiesti la collaborazione e l'impegno dei cittadini

Il presidente di Geofor Paolo Marconcini

"Per la raccolta differenziata abbiamo un piano". E' l'immagine di un pianoforte a fissare le 7 tappe che porteranno l'intera città, ad eccezione del Centro Storico e del Litorale, ad avere la raccolta 'porta a porta'. Dopo la sperimentazione nei quartieri di Montacchiello e Ospedaletto, partita il 3 giugno scorso, adesso toccherà a Oratoio, Putignano, Riglione, Sant'Ermete, Le Rene, Coltano, Ospedaletto (abitato) e Biscottino. Il via è fissato per il 1 febbraio 2015, con 15 giorni di transizione dove resteranno disponibili i cassonetti. Già in questi giorni sono in consegna tutti i materiali informativi, con una nuova comunicazione curata da Davide Guadagni.

Oltre al calendario con i giorni di raccolta e tutti i riferimenti per una corretta gestione dei rifiuti domestici verrà consegnato il kit con la fornitura annuale di sacchi, contenente: sacchetto trasparente per l'organico, buste per la carta, mastello e sacchi azzurri per il multimateriale leggero, busta verde per il vetro (che sarà anche raccolto a parte con le apposite campane), mastello grigio per l'indifferenziato. L'obbiettivo fissato è quello di raggiungere il 65% di raccolta differenziata stabilito dalla legge, superando il sistema dei cassonetti che secondo il presidente di Geofor Paolo Marconcini "più del 40% non rende, è assodato. Attualmente siamo su quella cifra come differenziata, per migliorare occorre il porta a porta. Si tratta di raggiungere 107mila abitanti, di cui 45mila utenze domestiche e 4900 non domestiche nel 2016".

Questo secondo step interessa 9736 cittadini, di cui 4049 utenze domestiche (famiglie per intenderci) e 371 non domestiche. Già previsto lo scaglione successivo per l'autunno 2015: a partire da ottobre toccherà a Cisanello e Pisanova, con interessati 25847 cittadini, 11782 utenze domestiche e 856 non domestiche. Per il Centro Storico saranno installate le isole ecologiche interrate, mentre per Marina, Tirrenia e Calabrone sono previsti i cassonetti automatizzati sopraterra, con tessera di riconoscimento dei residenti. "Entro un paio d'anni – afferma l'assessore Sanzo – contiamo di raggiungere l'obbiettivo del 65% richiesto. Proseguiamo con determinazione con il piano tracciato dal programma del Sindaco".

"Con la partecipazione di tutti – continua Sanzo – una volta a regime avremo una riduzione della ecotassa, con meno rifiuti prodotti ed un miglioramento per l'ambiente. Smaltire l'indifferenziato costerà di più a seguito della circolare Orlando, poiché è richiesta la biostabilizzazione che comporta maggiori costi. Servirà la disponbilità e la sensibilità di tutti. Di certo con il porta a porta si ridurrà il fenomeno della migrazione dei rifiuti che fino ad oggi ci ha colpito". Rimarranno comunque a disposizione i centri di raccolta di via Pindemonte, a Oratoio, a Tirrenia in via delle Giunchiglie e in zona Ikea.

"Nella civilissima Toscana – spiega Paolo Marconcini – abbiamo 22 discariche che raccolgono il 42% dei rifiuti. La Campania fa più differenziata di noi. Riuscire a sviluppare cicli di recupero riduce l'uso di risorse e favorisce l'ambiente, creando anche opportunità di produzione e lavoro con la green economy. E' una questione culturale e di conoscenza, abbiamo fatto sforzi nella comunicazione per migliorare sotto ogni aspetto, speriamo che i cittadini ci aiutino".

Sono previsti incontri pubblici per illustrare le novità. Stasera a Oratoio al Circolo Geminiani, poi martedì 16 dicembre al Circolo Arci di Putignano (via XXV aprile) e il 16 gennaio al Centro socioculturale di Piazza della Fornace a Riglione. Sempre ore 21.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, via il 2° step: dal primo febbraio nuovi quartieri col 'porta a porta'

PisaToday è in caricamento