Politica

Commercio abusivo, il candidato Conti: "Basta con la città dei carrelli pieni di birre"

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

"Basta con la città dei carrelli pieni di birre - annuncia Michele Conti, candidato sindaco del Centrodestra -, non è più tollerabile vedere per strada venditori non autorizzati che non solo agiscono in modo abusivo e in concorrenza sleale con i commercianti che invece rispettano le regole, ma sono anche potenziali pericoli per la salute pubblica". 

Conti entra nei dettagli: "Da troppi anni, nonostante gli innumerevoli appelli delle associazioni di categoria e dei commercianti stessi in prima persona, e nonostante le lamentele dei residenti, l'amministrazione comunale consente ai venditori abusivi di impossessarsi delle strade principali del centro di Pisa e vendere alimenti, bevande e merce contraffatta. Salvo poi propagandare l'intenzione di combattere questo fenomeno con ordinanze e provvedimenti spot che si sono rivelati inutili e un contentino alle proteste. Nessuna delle azioni che l'amministrazione Pd dice di aver messo in atto ha sinora eliminato o diminuito l'arbitrario agire fuori dalle regole di questi soggetti. Tutto questo ha creato solo danni alla città e a chi la vive, dai residenti ai turisti. Perché non è tollerabile che si usino due pesi e due misure, da un lato accanendosi con i commercianti che fanno i salti mortali per mantenersi in regola e voltandosi invece dall'altra parte di fronte ai venditori abusivi con i carrelli e la merce contraffatta. Non è tollerabile che questa gente non in regola venda alimenti e bevande senza autorizzazione e proveniente da chissà dove, costituendo così un problema anche per la sicurezza alimentare dei loro clienti. Non è tollerabile che in una città di arte e cultura come vorremmo far ritornare la nostra Pisa, negli ultimi anni decaduta in ogni suo aspetto grazie al fallimentare governo del Pd, ci siano sacche di abusivismo commerciale arcinote in particolare nelle aree turistiche e che non si sia riusciti ad eliminarle. La linea, anche in questo caso, la detta il sindaco la cui politica, con tutta evidenza, è stata sinora accondiscendente e morbida".

"Fra le nostre priorità c'è la tutela del commercio legale perché riteniamo in assoluto che le regole debbano essere rispettate e, nel caso specifico, che i commercianti siano una risorsa  della città. Assicuriamo pertanto assoluta fermezza perché le regole siano rispettate e pieno sostegno alla categoria, con le cui rappresentanze chiederemo nei prossimi giorni in incontro per ascoltarne le esigenze e pianificare insieme una strategia. Le stesse istanze  - conclude Conti - le porteremo sui tavoli delle forze dell'ordine. Il coordinamento costante con esse è infatti un'altra delle priorità del mio programma di buon governo per riportare a Pisa legalità e vivibilità e mettere fine, una volta per tutte, al tracotante disprezzo per le regole". 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Commercio abusivo, il candidato Conti: "Basta con la città dei carrelli pieni di birre"

PisaToday è in caricamento