Giovedì, 23 Settembre 2021
Politica

Il Consiglio Comunale ha deciso: Gambini è incompatibile

Con 28 voti favorevoli, tra cui anche quelli della Lega, l'assemblea ha approvato la delibera: Gambini avrà ora 10 giorni di tempo per rimuovere la causa di incompatibilità o decadrà dal ruolo di consigliere

Il consigliere comunale più votato della Lega, Gianluca Gambini, è incopatibile con la carica per cui è stato eletto a causa di contenzioso ancora aperto con il Comune. E' quanto ha deciso il Cosiglio Comunale di ieri, martedì 31 luglio, che ha in sostanza 'ratificato' quello che era il parere già da tempo espresso sulla vicenda dal segretario generale del Comune, Marzia Venturi, e dall'avvocatura civica. A poco sono quindi valsi documenti presentati nelle ultime settimane dal Consigliere che facevano leva sul giudizio espresso sul caso dal Prof. Mario Chiti, esperto di Diritto Amministrativo.

Quando il Consiglio è stato chiamato ad esprimersi il giudizio è stato netto: sono infatti stati i 28 voti favorevoli alla delibera che dichiara Gambini incompatibile col ruolo di consigliere dandogli 10 giorni di tempo per rimuovere, eventualmente, la causa di incompatibilità. A votare 'sì' alla decadenza sono quindi stati anche i consiglieri del suo stesso partito, la Lega. Se Gambini non dovesse rimuovere la causa di incompatibilità entro il termine indicato decadrebbe automaticamente dal ruolo di consigliere: il suo posto verrebbe preso dal primo dei consiglieri non eletti nella lista della Lega che, in questo caso, sarebbe Salvatore Pisano.

La decisione dell'assemblea ha di fatto tagliato fuori Gambini dal voto per il presidente del Consiglio, ruolo per cui è poi stato scelto l'altro consigliere leghista, Alessandro Gennai.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Consiglio Comunale ha deciso: Gambini è incompatibile

PisaToday è in caricamento