Elezioni comunali 2018

Giuseppina De Fuoco, coordinatrice provinciale di Fare con Tosi Noi con l'Italia Udc, e i militari

I militari e il loro contributo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

Questa mattina ho visto questa scena. Una pattuglia di militari che ha dormito nel campo proprio davanti a casa mia, inizia Giuseppina De Fuoco, Coordinatrice Provinciale di Fare con Tosi. Sono rimasta meravigliata, felice e orgogliosa che dei militari abbiamo preso come luogo d’accampamento proprio il campo prospicente casa mia e mi sono fermata a pensare. Questa è la vera Italia, quell’Italia che molti odiano ma quando hanno bisogno si ricordano di loro, i militari, per quando c’è una calamità per difenderli o vigilare per l’ anti terrorismo. Questi Soldati in addestramento duro, perché vi garantisco la notte la temperatura è almeno meno 8, mi rendono orgogliosa di toccare con mano la loro volontà di essere preparati a difendermi, attraverso un addestramento intenso, determinato e molto probante.

Questi sono la vera risorsa dell’Italia, non una Italia che vota Dizio che urla contro Sizio e Sizio urla contro Dizio e prende i voti di una coalizione, la quale viene subito dimenticata e alla fine Sizio si mette con Dizio. Una vergogna, per chi li ha votati, per chi li vuole difendere per forza, per quelli come me che credono in un centro destra forte e liberale ma soprattutto a favore dei cittadini con leggi reali e concrete e non persone che cavalcano l’onda del populismo per dare all’Italia un governicchio che ci riporterà a votare nella speranza che solo uno o l’altro, giusto per il proprio ego personale, riesca a vincere, dimenticandosi della sinistra e dei moderati del centro destra che hanno creduto in un progetto comune. Non va dimenticato che il rosatellum ha favorito i collegi uninominali e chi li aveva è stato eletto gioco forza e non eletto dal popolo sovrano che ha scelto una coalizione ma non il singolo individuo. I resti hanno favorito i vincitori. Ad oggi le notizie che arrivano pare che la Lega si allea con il M5Stelle cosa, mai detta in campagna elettorale e sono sicura che molti che hanno concesso il voto all’uno o altra partito s’interroga se ha fatto bene a votare, a chi ha promesso mari, monti, pacchi di pasta e una scarpa.

Vedo che le persone continuano ad essere in campagna elettorale permanente, vivendo sull’insicurezza abissale che stiamo provando e ancora invocano la presenza dell’Esercito. Ecco, l’Esercito, quel piccolo spaccato che ho visto io, non merita di essere abbandonato alle stazioni e centri commerciali dove la politica locale ha fallito. I soldati che ho visto io sono preparati a combattere il nemico, dove è richiesto, e non essere usati e abusati per coprire le mancanze di uno Stato che continua ad essere mellifluo e non capace di dare una guida certa all’Italia. Per Pisa, chi si candiderà con me, conosce già il mio mantra, sicurezza personale a cura del comune e una perentoria guerra a tutta la delinquenza che alberga in città, primo su tutti la caccia a chi distrugge e ruba.

Telecamere, Droni, guardie private, preparazione dei vigili urbani, saranno il mio programma che imporrò ai miei candidati, e basta pagliacciate di voler chiedere sempre più forze Armate, loro devono fare la guerra e non difendere la città. Lo dico con la serietà di chi è figlia sorella e moglie di ex militari. La città siamo noi, i cittadini che dobbiamo difenderci, prima votando le persone giuste, con programmi e non voli pindarici come è stato fatto alle ultime politiche, persone, come me che conoscono cosa è la sicurezza, basti ricordare l’autorevole intervento di Generali alle mie conferenze, per confermare la mia volontà di creare una città libera dai soprusi. Sincerità concretezza e determinazione sono ciò in cui credo come nel tenerci questo Esercito di professionisti senza la leva, alla quale molti si aggrappano, riempendosi la bocca di una ritorno alla leva, per dare una educazione ai propri figli. Io dico no a questo e confermo che uniti abbiamo da Fare una nuova Italia libera dalla Politica populista e qualunquista. Urlo alto: Come Folgore dal Cielo! Viva l'Italia! Conclude Giuseppina De Fuoco Coordinatrice di Fare con Tosi, Noi con l’Italia. Con la determinazione meridionale che la contraddistingue, sempre pronta a difendere la sua città d’adozione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giuseppina De Fuoco, coordinatrice provinciale di Fare con Tosi Noi con l'Italia Udc, e i militari

PisaToday è in caricamento