La lista Bene Comune e le "colline del disonore"

Un esempio di "efficienza" di Ceccardi, Rollo e Del Seppia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PisaToday

La storia inizia nel luglio del 2018 (se non prima) con un articolo in cui si chiedeva alle autorità competenti di intervenire almeno per sapere di quali rifiuti si componevano le due colline ubicate presso la Piscina Comunale di Cascina.. Rispetto ai tentativi delle precedenti amministrazioni di piantumazione quindi con interventi cosmetici di almeno un'area, l'amministrazione Ceccardi nel Luglio 2018 sembra essere più decisa, comunicando che " il Comune di Cascina ha ufficialmente chiesto al dipartimento di Pisa dell'Arpat (l'Agenzia regionale per la protezione ambientale della Toscana) un sopralluogo urgente congiunto con l'Ufficio ambiente e con il comando della Polizia municipale di Cascina a seguito della segnalazione sulla presenza di rifiuti pericolosi abbandonati in prossimità degli impianti sportivi in via del Fosso Vecchio." Sembrerebbe un intervento deciso e determinato anche perché in polemica con il precedente Sindaco Antonelli, la Sindaca Ceccardi afferma in maniera perentoria: << io e la mia Giunta abbiamo una diversa attenzione per i nostri cittadini, e appena appresa la notizia abbiamo chiesto subito agli uffici di intervenire >>. Ma vediamo l'attenzione della ex sindaca Ceccardi. Nel mese di Giugno di quest'anno riappare un articolo sulla Nazione (23 Giugno 2020) sollevando la solita questione : cosa contengono le colline del "disonore ?" La Lista Cascina Bene Comune ha fatto in data 24 Giugno 2020 un esposto all'ARPAT ed alla Procura della Repubblica di Pisa, risollevando il caso dell'assenza di interventi su quest'area. In data 10 luglio 2020 l'Arpat scrive al Comune di Cascina (Sindaco facenti funzioni Colonnello Rollo, Assessore all'Ambiente Luciano Del Seppia). Quest'ultimo è quello che nel 2018 ha dichiarato : << E’ arrivato il momento di capire che cosa nascondono le dune per la salute dei nostri cittadini e per accertare le eventuali responsabilità di chi ha taciuto per tanti, troppi anni.>> aggiunge l’assessore del Seppia. Ebbene Ceccardi , Rollo e Del Seppia, secondo quanto ci ha scritto ARPAT in data 10 Luglio 2020 non hanno fatto nulla neanche inviare i campionamenti che sembrerebbero stati eseguiti dal Comune. Infatti Arpat afferma “Al fine di poter procedere, con cognizione di causa, agli accertamenti richiesti, in data 30.07.2018 (ns. prot. 54577/2018) questo dipartimento richiedeva di conoscere gli esiti degli accertamenti (rilievi e sondaggi) già effettuati dal personale del Comune sui materiali presenti nel sito, che non ci risultano pervenuti.” Arpat sta aspettando da Luglio 2018 !!! E' questa l' efficienza di Ceccardi , Rollo e Del Seppia ? La Lista Cascina Bene Comune nei prossimi giorni sarà ascoltata da parte dell'autorità giudiziaria sempre in merito a questa vicenda. Da parte nostra consegneremo un dossier illustrativo di questa serie di manchevoli omissioni.
La Lista BENE COMUNE

I più letti
Torna su
PisaToday è in caricamento