Giovedì, 17 Giugno 2021
Elezioni Comunali 2013 Centro Storico / Lungarno Gambacorti

Intervista amministrative, Valeria Antoni (M5S): "Pochi giovani alle urne ma ripartiamo da quel 10%"

L'intervista post-amministrative di Pisatoday alla candidata sindaco Valeria Antoni. La portavoce pisana del Movimento Cinque stelle ha commentato e analizzato i dati negativi di queste elezioni: il M5S ha preso il 10,22% dei voti

Valeria Antoni dopo il voto

Elezioni amministrative 2013: 9 candidati in corsa per il titolo di primo cittadino, una campagna elettorale intensa con innegabili momenti di tensione e un fine settimana che ha portato a risultati che ribaltano nuovamente molto aspettative e certezze. Marco Filippeschi si riconferma il sindaco di Pisa con oltre il 53% dei consensi, per adesso (manca ancora una sezione) lascia dietro di sé Franco Mugnai (Pdl) con il 12,67%, Valeria Antoni (M5S) 10,48%, Diego Petrucci (Noi Adesso Pis@) 9,99%, Francesco Auletta (Una città in Comune) 8,08%, Carlo Lazzeroni (Udc) 1,77%, Salvatore Montano (Comunisti Italiani) 1,48%, Mario Biasci (Avvenire per Pisa) 1,45%, Emanuele Guidi (Giovani per le Istituzioni) con lo 0,61%. 

La prima nota dolente è sicuramente il dato sull'astensionismo record, Pisa ha registrato una delle affluenza più basse d'Italia  e alla chiusura delle urne il dato degli aventi diritto al voto si è fermato a 55,77% contro il 79,95% delle precedenti elezioni comunali. Per quanto riguarda i numeri dei cittadini che si sono recati a votare, a Pisa sono stati 40.066 elettori, di cui 19.325 maschi e 20.741 femmine.

Con i dati non definitivi (manca sempre una sezione) raggiungiamo al telefono Valeria Antoni, portavoce pisana del Movimento Cinque Stelle e l'unica candidata sindaco donna di queste amministrative: questa volta i dati del M5S non sono stati certamente positivi e hanno deluso le aspettative degli stessi Grillini, per cui un'analisi generale è veramente d'obbligo, soprattuto per capire cosa è cambiato rispetto a un paio di mesi fa. Come prassi chiediamo alla Antoni un commento a caldo su tutto il percorso di queste elezioni.

"È stata veramente una giornata difficile e certamente non posso ritenermi soddisfatta, rispetto alla volta scorsa abbiamo avuto un calo di 8mila voti. Sinceramente io ho cominciato ad avere paura già domenica, quando ho notato con i miei stessi occhi il forte astensionismo alle urne. In giro per i vari seggi mi sono resa conto che la maggior parte delle persone che andavano a votare erano anziane, tutto il contrario del nostro elettorato che invece è giovane".

Come mai questa totale mancanza di giovani al voto? I giovani che vi avevano supportato inizialmente hanno forse avuto paura di alcune posizioni o sviluppi del Movimento?
"Sinceramente non me l'aspettavo, ma credo che la risposta si possa collocare ad un generale disinteresse della politica da parte dei giovani. Soprattutto penso che a livello locale abbiamo risentito delle politica di Roma, il fatto di andare a votare ogni due mesi e la classica frase che denigra il Movimento 'Cambiare tutto perché nulla cambi', per me tutto questo ha seminato un po' di terrore generale".

Come e perché pensate di aver perso consensi?
"Beh, sicuramente qualche errore è stato commesso, io penso comunque di essermi fatta capire ed essermi mostrata per quella che sono realmente. Anzi rispetto alle altre amministrative nazionali, i dati pisani del Movimento sono andati bene, forse per il fatto che sono una donna o per come ci siamo battuti, non so ma mi fa piacere. Poi siamo riusciti ad entrare in Consiglio Comunale, saremo io e altri due consiglieri, con piccoli passi riusciremo a portare avanti le nostre lotte e con la nostra entrata a Palazzo Ricci cercheremo di tenere alta l'attenzione soprattutto per quanto riguarda l'ambiente e i rifiuti zero".

La vittoria di Marco Filippeschi è stata netta, come mai così tanto distacco dagli altri candidati? Il Pd si conferma una colonna portante della politica pisana nonostante il delicato momento che sta vivendo a livello nazionale.
"Possiamo dire senz'altro che anche il Pd, rispetto alle precendenti amministrative, ha perso comunque migliaia di elettori. Poi ripeto, stiamo parlando di un partito che ha un elettorato strutturato: molte persone che danno fiducia al Pd sono molto anziane, alcuni sono ancora convinti di votare il Pc!".

Quindi si riparte da questo 10%?
"Esattamente, io da oggi comincio a lavorare e continuerò a darmi da fare per la mia città. Con Gianfranco Mannini ed Elisabetta Zuccaro (con lei in Consiglio Comunale, ndr) formiamo una bella squadra: sono delle persone fantastiche e sono molto felice di averle incontrate lungo il mio percorso politico e di vita. Certo con la nuova Amministrazione partiamo già con un po' di sfiducia, soprattutto per il discorso sulla trasparenza e per il confronto inesistente con Filippeschi durante la campagna di questi mesi. Però sono anche molto ottimista e fiduciosa per l'entrata di alcuni consiglieri di altre liste, come Ciccio Auletta e Marco Ricci di 'Una città in Comune'. Per concludere, tra polemiche e tensioni, sottolineo che il punto fondamentale per crescere e ripartire al meglio è la comunicazione".


 

Potrebbe interessarti: https://www.pisatoday.it/politica/elezioni/comunali-pisa-2013/pisa-affluenza-ore-15.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PisaToday/163307690398788


 

Potrebbe interessarti: https://www.pisatoday.it/politica/elezioni/comunali-pisa-2013/risultati-aggiornamento-diretta.html
Seguici su Facebook: https://www.facebook.com/pages/PisaToday/163307690398788
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Intervista amministrative, Valeria Antoni (M5S): "Pochi giovani alle urne ma ripartiamo da quel 10%"

PisaToday è in caricamento