Venerdì, 30 Luglio 2021
Politica

Prestito del Comune alle Terme di Casciana, M5S: "Perchè la Regione prende tempo?"

I consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle Bianchi e Quartini attendono ancora una risposta all'interrogazione presentata

Tornano alla carica sulla questione del finanziamento di 85 mila euro del Comune di Casciana Terme Lari alla Bagni di Casciana srl, controllata da Terme di Casciana spa, partecipata al 76% dalla Regione Toscana, i consiglieri regionali del Movimento Cinque Stelle che avevano presentato una interrogazione alla quale la Giunta regionale non ha ancora risposto, dopo svariati solleciti e terminati i 60 giorni per la replica.

“Cosa porta tre assessorati a non rispondere su un caso così chiaro? Forse la difficoltà di dover certificare un illecito? Speriamo di no, ma il dubbio è legittimo” segnalano Gabriele Bianchi e Andrea Quartini, consiglieri regionali M5S co-firmatari dell’interrogazione.

“Il Comune non è socio di Bagni di Casciana srl e l’art. 2467 del codice civile parla chiaro: solo i soci con controllo di indirizzo possono prestare denaro alla propria azienda. Nel DEFR 2016 la Regione Toscana esplicita di essere la controllante di Terme di Casciana spa che a sua volta ha il 100% di Bagni di Casciana srl. Se quest’ultima aveva difficoltà a pagare gli stipendi di gennaio doveva quindi intervenire la Regione, non di certo il Comune. Tra l’altro la Bagni di Casciana srl era in difficoltà perché vantava un credito di 560 mila euro da ASL 5, cioè un’azienda regionale” precisano i Cinque Stelle.

“Aspettiamo la risposta scritta dalla Giunta ai nostri quesiti - concludono i consiglieri - nella speranza di non trovarci materiale per un nuovo esposto in Procura, sull’ennesimo caso di scelte di governo PD con profili di illiceità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prestito del Comune alle Terme di Casciana, M5S: "Perchè la Regione prende tempo?"

PisaToday è in caricamento