Domenica, 14 Luglio 2024
Calcio Cep

La Popolare Cep alza il sipario sulla stagione 2023-24

I celestiazzurri prenderanno parte al campionato di Terza Categoria

Prende forma la Popolare CEP che affronterà il campionato di Terza Categoria 2023/24 dopo la prima e rocambolesca retrocessione della sua storia, arrivata al termine dell’ultima stagione sportiva, conclusa solo pochi mesi fa. Come già annunciato, la scelta che è stata fatta è quella di una decisa virata volta a riavvicinare la squadra di calcio al suo quartiere, portando in celeste azzurro più ragazzi possibile che vivono al CEP e zone limitrofe.

Ha fatto gioco, da questo punto di vista, la collaborazione che si era aperta con la squadra dei 'Popolarini' di calcio a 7 che, con i nostri colori e il nostro logo, affrontavano i campionati di calcio a 7 Aics ma poi, per il calcio federale, non militavano da qualche anno o giocavano altrove. Anche lo staff tecnico è stato costruito a cominciare da Cristiano Santi, il tecnico che ha guidato i 'Popolarini' in questi anni con ottimi risultati. Sarà affiancato intanto da Roberto Cini, che torna ad occuparsi (anche) di questioni di campo dopo qualche anno (è stato il secondo dello storico e stimato mister Rossano Michelotti fin dall'inizio, ai tempi delle cavalcate trionfali ceppine, dai campionati Uisp fino alla stagione 2018/19, l’anno della finale Play Off col Tirrenia nel quale la Prima Categoria sfuggì per un soffio). E' inoltre aperto uno scouting volto all’individuazione di un terzo profilo, possibilmente con caratteristiche tali da occuparsi prevalentemente di portieri insieme a Bessegato, ma che sia anche e sopratutto un navigato di calcio del mondo dilettantistico - amatoriale pronto a dare preziosi consigli.

Per quanto riguarda la rosa hanno scelto di rimanere al CEP, malgrado la retrocessione ed indipendentemente dalla categoria, in rigoroso ordine alfabetico, dieci giocatori: Giuseppe Bianco (esterno offensivo, mezz’ala), Gabriele Cavicchi (attaccante), Niccolò Cioni (esterno, mezz’ala), Pietro Del Prete (giocatore versatile, si adatta a più ruoli), Riccardo De Paolis (idem come Del Prete), Marco Iacobelli (portiere, fedelissimo come Bessegato di Cini - Pardini fin dai tempi de La Cella Rebelde), Paolo Migliaccio (difensore classe 85, il più anziano del gruppo), Eros Mattia Nieri (esterno offensivo), Daniele Roventini (difensore classe 93, il secondo più anziano) e Michele Tornatore (esterno offensivo).

Poi i nuovi arrivi che concretizzano la politica di riavvicinamento di cui parlavamo in apertura. Intanto i cavalli di ritorno che sono ben sei. Vestiranno infatti di nuovo la maglia celeste azzurra l’attaccante Leonardo Policella, il centrocampista Dario Orselli, il gambiano Ablie Bah che può giocare sia da esterno che da centrocampista offensivo, stesso discorso quanto a ruoli per Gianluca Zgjana, Leonardo Lascialfari che può agire sia da trequartista che da mezzapunta e il portiere Kevin Fiaschi. Alla prima esperienza con la maglia della Popolare saranno invece i difensori Alessandro Golisano, Diego Guidi, Tiberio Burchi e Francesco Romoli, il centrocampista Umberto D’Agliano (che in realtà si era già aggregato al gruppo per allenarsi sul finire della stagione scorsa), il portiere gambiano Abdoulie Jassey e il terzino (o 'uomo tutta fascia') connazionale Omar Job, il portiere Federico Reccanello ed infine l’attaccante Nico Santi.

Per completare la rosa la dirigenza è alla ricerca di un altro centrocampista che magari, all’occorrenza, possa giocare anche da centrale difensivo. Poi, come sempre, si vedrà strada facendo se, come e in quali zone del campo c’è da intervenire. I ragazzi si sono già trovati al campo 'una tantum' la settimana scorsa per una sgambata in famiglia, volta a cominciare a socializzare e far conoscere vecchi e nuovi prima della fisiologica dispersione per le ferie estive. L'inizio della preparazione invece, considerato che tradizionalmente i campionati di Terza Categoria sono sempre gli ultimi a partire, è fissato per la fine di agosto.

Nuovi innesti anche nella dirigenza che affiancheranno i confermatissimi Pardini, Cini, Giola, Zaccagnini, Bessegato. Verranno infatti a dare una mano come accompagnatori - o in ciò che c’è da fare, e c’è da fare tantissimo - Edorado Camerini (che già collaborava con Santi per la squadra a 7) ed Alessandro Nocent. Naturalmente porte spalancate a chiunque altro voglia venire a collaborare. Infine gli obiettivi stagionali. Da questo punto di vista il più importante è già stato centrato ancora prima di partire: un pezzo di quartiere, un bel gruppo di suoi giovani, si è ripreso la sua squadra. E questi giovani vogliono fare meglio possibile. Il campo sarà giudice supremo, ma la Popolare CEP proverà a fare una stagione da protagonisti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Popolare Cep alza il sipario sulla stagione 2023-24
PisaToday è in caricamento