Sport

Lecce-Pontedera 8-7 dcr | Pastore, che errore! I granata sconfitti ai rigori

Lecce e Pontedera si giocano la semifinale dei playoff ai rigori, ma dal dischetto è decisivo l'errore del centrocampista granata. I tempi regolamentari e i supplementari si erano chiusi sullo 0-0

Pastore sbaglia dal dischetto (foto Salvatore Chilla)

Il sogno serie B svanisce dopo una battaglia lunga 120’. Il Pontedera ha avuto le occasioni migliori, ma alla fine passa il Lecce al termine della sequenza infinita di rigori. Per i granata è decisivo l’errore di Pastore, che prova il “cucchiaio” calciando però malissimo e spianando la strada al Lecce, che segna il match point dal dischetto con Abruzzese e si regala il Benevento in semifinale.

LA PARTITA. I granata partono a razzo e dopo 50 secondi, Caponi prova la soluzione dalla distanza e Caglioni deve togliere la palla da sotto l’incrocio. E’ solo il primo squillo della partenza sprint. Arrighini conclude in contropiede, ma Caglioni intercetta il diagonale. Le palle gol si moltiplicano: stavolta è Grassi a impegnare Caglioni su calcio di punizione dal limite. L’unico brivido per il Pontedera arriva da un disimpegno sbagliato di Ricci, che permette a Bellazzini di recuperare e servire Bogliacino, che però calcia di poco sopra la traversa. Il Lecce cresce sul piano del possesso palla e per contenere mister Indiani sposta Regoli a sinistra sulla linea dei difensori e allarga Pezzi sulla destra. Una mossa che permette di arginare i salentini sulle corsie esterne con un modulo che diventa 5-3-2. Il Lecce accentua la pressione ma non riesce a rendersi pericoloso. E i granata vengono beffati al 42’, quando Gonnelli appoggia in rete un cross di Grassi e il guardalinee annulla per fuorigioco.

Anche nella ripresa il Pontedera fa vedere le cose migliori. A ogni palla persa a centrocampo il Lecce rischia moltissimo e come se non bastasse Lerda è costretto a cambiare in attacco a causa degli infortuni di Doumbia e Bellazzini per Beretta e Barraco. Ma nessuno riesce a sbloccare una partita indirizzata verso i tempi supplementari. La palla che può valere la semifinale ce l’ha Arrighini a 1’ dalla fine, ma calcia alto sulla respinta di Caglioni che allontana un tiro di Bartolomei. Nel recupero il portiere giallorosso fa ancora un miracolo su Arrighini e si va così ai supplementari. Qui il Lecce fa vedere qualcosa di più grazie alla punizione di Bogliacino che tocca la parte alta della traversa. Pochi minuti dopo replica Zigoni colpendo il palo, ma l’arbitro aveva già fermato l’azione per fuorigioco. Ormai servono i rigori e dal dischetto non sbaglia nessunoi. Per il Pontedera segnano Grassi, Arrighini, Caponi, Pezzi, Vettori, Pera, e Bartolomei. Tutti centrano il bersaglio. Anche i giocatori del Lecce. Ma all’ottavo tentativo dei granata Pastore prova una conclusione col “cucchiaio” e la palla finisce sopra la traversa. L’ultimo rigore calciato da Abruzzese spinge il Lecce nella semifinale playoff contro il Benevento.

LECCE - PONTEDERA 8-7  dcr

LECCE (4-4-2): Caglioni 7; Diniz 6, Martinez 6.5, Abruzzese 7, Lopez 6.5 (47’ st Sales 6); Bellazzini 5.5 (29’ st Barraco 6), Amodio 5, Salvi 6, Doumbia 5.5 (20’ st Beretta 6); Bogliacino 6, Zigoni 6. A disp.: Perucchini, Vinetot, De Rose, Miccoli. All.: Franco Lerda.

PONTEDERA (3-5-2): Ricci 6; Gonnelli  7 (7’ st supp. Pera 6), Vettori 7, Pezzi 7; Regoli 6.5 (33’ st Pastore 4), Bartolomei 6.5, Caponi 7, Di Noia 6.5 (29’ st Settembrini 6), Verruschi 6.5; Grassi 6.5, Arrighini 6.5. A disp.: Addario, Gasbarro, Luperini, Picone. All.: Paolo Indiani.

ARBITRO: Pietro Dei Giudici di Latina.

NOTE: ammoniti: Lopez, Martinez, Amodio, Zigoni, Bartolomei, Gonnelli, Caponi. Angoli: 4-4. Recupero: 1’ + 5’. Recupero tempi supplementari: 0’ + 1’. Spettatori: 5.931, incasso: 78.168 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lecce-Pontedera 8-7 dcr | Pastore, che errore! I granata sconfitti ai rigori

PisaToday è in caricamento