Domenica, 26 Settembre 2021
Sport

Tuttocuoio - Pisa 1-4 | Vittoria e prestazione, il Pisa lancia la sfida all'Ascoli per il campionato

A Pontedera con il Tuttocuoio si rivede la grinta d'inizio stagione: un Pisa convincente batte in modo rotondo un avversario comunque mai domo, mostrando una manovra più fluida e costante. Le ali esterne agili pagano, accorciata la classifica: Ascoli a -2

Ci voleva. Il Pisa vince e convince nella 18° giornata di Lega Pro sul campo neutro di Pontedera contro il Tuttocuoio, avversario sempre in partita, superato in modo netto sia sul piano fisico che tecnico. Potrebbe essere la svolta attesa dai tifosi, calorosissimi al Mannucci, per vedere nuovamente un Pisa sia piacevole che efficace, in grado non solo di generare manovre offensive ma anche di concretizzarle. Braglia ripropone il 4-3-3 sperimentato contro l'Ancona e la squadra risponde benissimo, permettendo ai nerazzurri di guadagnare 3 punti alla capolista Ascoli, sconfitta proprio dai dorici nel derby marchigiano. 

Il Tuttocuoio si schiera con l'atteso 5-3-2, con Colombo e Gioè in attacco e Deiola a completare il centrocampo con Konaté ed il regista Gargiulo. Braglia risponde con il tridente Frediani-Finocchio-Arma e Mandorlini-Misuraca ai lati di Iori. Nella difesa a 4 esclusi sia Sini che Pellegrini per il rientrante Lisuzzo e Dicuonzo terzino destro.

PRIMO TEMPO. Buoni ritmi e squadre corte, con lotta a centrocampo e conseguente equilibrio. Il primo quarto d'ora passa senza emozioni, poi l'intensità sembra calare ed esce il possesso palla del Pisa. Al 16' Finocchio ci prova da fuori, tiro debole, ma è il segnale che la spinta nerazzurra comincia a prendere il sopravvento. Al 18' Iori in ripartenza serve in profondità Frediani che entra in area e mette al centro un pallone invitante ad Arma, che cicca l'impatto col pallone. La manovra pisana è costante, con Finocchio che cerca sempre l'uno contro uno e Frediani che cerca i compagni con assidui traversoni.

Nel predominio nerazzurro ecco l'amnesia difensiva che mette paura a Pelagotti. Al 24' Ingrosso da dietro il centrocampo trova un passaggio centrale che passa fra i difensori e trova sulla corsa Konaté. Il giocatore resiste alla pressione e si invola verso il portiere del Pisa: fortunatamente per gli ospiti al momento del tiro svirgola. Il Pisa riprende il controllo e al 29' trova il gol, molto discusso: Iori mette in mezzo da un calcio di punizione, spizza Lisuzzo e sul secondo palo arriva Finocchio e dal fondo gira in porta di testa. Il pallone rimbalza vicino alla riga prima che Bacci lo blocchi, ma per il guardalinee è gol e l'arbitro convalida. Molti dubbi e tante proteste, dal replay sembra fuori, ma è lo 0 a 1.

Il Pisa in seguito legittima il vantaggio. Al 34' Finocchio su una ripartenza scambia con Misuraca e dal fondo serve Arma, anticipato prima della battuta a colpo sicuro, poi al 35' ancora Finocchio penetra centralmente palla al piede, una volta fermato sul rimpallo si avventa Arma che però batte sul corpo di Bacci, bravo ad uscire con tempismo. Il Tuttocuoio, generoso, sembra però impossibilitato a rendersi pericoloso grazie al grande pressing dei nerazzurri, unito all'attenzione difensiva in primis dei centrocampisti Misuraca e soprattutto Mandorlini.

SECONDO TEMPO. Pronti-via e rigore per il Pisa. Arma lotta con Zanchi per recuperare il pallone, alla fine va giù e per il direttore di gara è penalty. Il marocchino trasforma impeccabilmente ed è 0 a 2. I neroverdi non fanno in tempo ad organizzare la reazione che al 12' arriva il terzo gol: da rimessa laterale Finocchio con un tocco libera Mandorlini che va sul fondo, scarico dietro e piattone sinistro di Misuraca sotto la traversa. Partita in ghiaccio dopo nemmeno un'ora di gioco.

Colombo ci prova da fuori al 15' e Gioè gira bene al volo al 17' su cross di Konaté, entrambe le conclusioni volano alte. Come nel primo tempo il Tuttocuoio prova sempre a giocare, ma rintuzza contro l'organizzazione difensiva ospite. Il Pisa può dilagare prima con Finocchio, salva sulla linea Pacini, poi con Arma, servito dall'ennesimo assist di Frediani, una spina nel fianco sinistro dello schieramento di casa. Al 35' c'è il giusto premio per gli sforzi dei neroverdi: Beretta stende Konaté ed è rigore, trasformato da Colombo. Il Pisa continua il pressing, mostrando una buona condizione fisica oltre il gioco. Al 41' Iori intercetta un pallone e serve per vie centrali Arma, che ha tutto il tempo di controllare e calciare sotto le gambe di Bacci, è il definitivo 1 a 4.

TABELLINO

Formazione Tuttocuoio(5-3-2): Bacci; Pacini, Zanchi, Ingrosso (Pane 10' st), Colombini, Falivena; Deiola (Civilleri 1' st), Gargiulo, Konaté; Gioè (Tempesti 18' st), Colombo. A disp: Morandi, Mancini, Balde, Mulas, Pane, Civilleri, Tempesti. All: Alvini

Formazione Pisa (4-3-3): Pelagotti; Dicuonzo, Lisuzzo, Rozzio, Costa (Sini 40' st); Iori, Mandorlini, Misuraca; Frediani, Arma (Stanco 43' st), Finocchio (Beretta 34' st). A disp: Moschin, Sini, Beretta, Giovinco, Pellegrini, Nuti, Stanco. All: Braglia

Arbitro: Formato di Benevento (Rugini-Scatragli)

Marcatori: Finocchio (29' pt), Arma (2' st), Misuraca (12' st), Colombo (35' st)

Angoli: 3 - 5

Ammoniti: Lisuzzo (22' pt), Colombo (30' pt), Ingrosso (7' st), Iori (25' st), Colombini (30' st)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tuttocuoio - Pisa 1-4 | Vittoria e prestazione, il Pisa lancia la sfida all'Ascoli per il campionato

PisaToday è in caricamento