Cronaca

Identificato il cadavere carbonizzato: è lo studente scomparso una settimana fa

Svolta improvvisa nelle indagini degli inquirenti: l'esame del Dna sul corpo ritrovato a Orzignano ha chiarito la sorte di Francesco Pantaleo

Improvvisa, drammatica svolta nelle indagini di due misteri che nel breve giro di pochi giorni avevano caratterizzato il territorio pisano: la scomparsa del giovane studente universitario Francesco Pantaleo e il ritrovamento di un cadavere carbonizzato nei campi di Orzignano, nel Comune di San Giuliano Terme. Dall'esame del Dna eseguito nel corso dell'autopsia sul corpo rinvenuto nella serata del 25 luglio, è emerso che si tratta proprio del ragazzo 23enne svanito nel nulla da sabato 24 luglio.

Pantaleo aveva lasciato nella sua abitazione di Pisa tutti gli effetti personali, senza contattare neppure i familiari che abitano in Sicilia. Il padre e la madre avevano rivolto un appello pubblico nei suoi confronti affinché tornasse a casa. Nella tarda serata di venerdì 30 luglio, però, la drammatica svolta che unisce i due misteri: il cadavere carbonizzato trovato per caso da una ragazza che stava passeggiando per i campi di Orzignano appartiene proprio a Francesco Pantaleo.

Adesso gli inquirenti dovranno dipanare la matassa dei fatti che ha portato al tragico epilogo della vita del giovane studente siciliano.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Identificato il cadavere carbonizzato: è lo studente scomparso una settimana fa

PisaToday è in caricamento