Coronavirus, bevande per asporto: via libera anche a Cascina, Pontedera e San Giuliano Terme

Lo annuncia Confcommercio, che ringrazia i sindaci per il sostegno alle imprese

Dopo l'Ordinanza del Comune di Pisa, anche altre amministrazioni del territorio, come Cascina, Pontedera e San Giuliano Terme, hanno consentito l'asporto per le bevande, oltre che per i cibi. Plaude la decisione Confcommercio Pisa, che ringrazia i rispettivi sindaci, Dario Rollo, Matteo Franconi e Sergio Di Maio. "Una decisione - commenta il direttore Federico Pieragnoli - che tende una mano ai pubblici esercizi di questi territori. Seguendo l'esempio di Pisa le amministrazioni di Cascina, Pontedera e San Giuliano Terme hanno risolto una questione segnalataci da tanti imprenditori e professionisti che Confcommercio ha immediatamente richiesto. Non aveva senso limitare la sola vendita per asporto al cibo".

"Questo - prosegue Pieragnoli - servirà a dare almeno una possibilità di lavoro per pubblici esercizi e attività di ristorazione, in una situazione che, ribadiamo, si è fatta drammatica oltre ogni ragionevole previsione. Queste attività sono tra quelle che rischiano di pagare il prezzo più caro di fronte alle scelte del Governo, e la completa chiusura al pubblico fino al 1 giugno aggraverà le perdite già accumulate fino ad ora".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le previsioni delle ordinanze sono quelle sulla linea già emersa nei giorni scorsi e raccolta anche da Pisa, con disposizioni volte a ridurre comunque i rischi di assembramenti e contagio: necessità di previo appuntamento telefonico o online; ritiro dei prodotti ordinati tramite appuntamenti dilazionati nel tempo; ingresso per il ritiro dei prodotti ordinati di un cliente per volta; esclusione di ogni forma di consumo sul posto.

Via libera anche a Vicopisano

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Toscana, sfondata quota mille: sono 1145 i nuovi positivi

  • Un lockdown "morbido" tra dieci giorni e l'ipotesi coprifuoco alle 21 in tutta Italia

  • Coronavirus in Toscana, casi positivi in aumento: superata quota 2mila in 24 ore

  • Covid, estetisti e parrucchieri restano aperti: "In questi mesi prova di grande affidabilità e serietà"

  • Positivo al Coronavirus fermato sul treno a Pisa: convoglio sanificato

  • Coronavirus in Toscana: più di 1.800 i nuovi casi, 5 decessi a Pisa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PisaToday è in caricamento