Cronaca

Pacchi natalizi e donazioni alle onlus per il Corpo Guardie di Città

Le iniziative di solidarietà portate avanti dall'azienda di sicurezza nel contesto del Coronavirus

La celebrazione della passata edizione del premio (foto archivio)

Il Corpo Guardie di Città ha voluto reagire durante la crisi Covid stanziando maggiori risorse, rispetto lo scorso anno, per iniziative filantropiche a sostegno dell'associazionismo e del volontariato. La Famiglia Bizzarri Ollandini, proprietaria dell'azienda, ha così promosso inizative per regalare pacchi natalizi da destinare ai nuclei familiari che vivono in condizioni di particolare povertà, individuati da alcune parrocchie.

"Abbiamo voluto fare un gesto concreto - dice l’Avvocato Francesco Bizzarri - a preoccupare è soprattutto la fascia di anziani soli in condizioni di povertà assoluta, ma fra i nuovi poveri del Natale al tempo del Covid ci sono anche coloro che hanno perso il lavoro, piccoli commercianti o artigiani che hanno dovuto chiudere, persone impiegate nel sommerso che non godono di particolari sussidi o aiuti pubblici e non hanno risparmi accantonati, come pure molti lavoratori a tempo determinato o con attività saltuarie che sono state fermate dalle limitazioni rese necessarie dalla diffusione dei contagi. Persone e famiglie che mai prima d’ora avevano sperimentato condizioni di vita così problematiche".

Il 'Natale Solidale' del Corpo Guardie di Città prevede anche donazioni a due progetti portati avanti da Gma Onlus e La Città dei bambini di Padre Ernesto Saksida, che sostengono bambini, adolescenti e famiglie fragili dell’Etiopia e del Brasile, zone ancora più colpite dagli effetti e dalle conseguenze sociali, educative, familiari ed economiche della pandemia.

In occasione del 14° Premio Corpo Guardie di Città, corsa al galoppo che si sarebbe dovuta correre il 26 marzo scorso ma che sarà disputata domenica 27 dicembre 2020, alle 14.30 all’Ippodromo di San Rossore a Pisa, in occasione della premiazione del fantino e del proprietario del cavallo vincitore saranno virtualmente consegnati due assegni (2mila euro) alle associazioni. Alla Gma Onlus Missione Africa, per completare, con una biblioteca, la terza scuola in Etiopia, nel villaggio di Mayo Koyo, dando così la possibilità di avviare i giovani studenti all’alfabetizzazione che è fondamentale per accedere alla scuola primaria ma soprattutto per tenerli occupati in un luogo sicuro lontano dai pericoli e dallo sfruttamento; ala onlus La Città dei Bambini di Padre Ernesto Saksida per il progetto 'Mani che aiutano', contribuendo all’iniziativa organizzata dalla Missione Cidade Dom Bosco di Corumbà (Brasile), partita a luglio scorso, che porta mensilmente soccorso a 100 famiglie, scelte tra le più bisognose, garantendo loro il cibo necessario alla sussistenza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pacchi natalizi e donazioni alle onlus per il Corpo Guardie di Città

PisaToday è in caricamento