Cronaca

Pirogassificatore: l'Unione Inquilini chiede un consiglio comunale aperto

Dopo l'approvazione dell'impianto da parte dell'ufficio ambiente della Provincia, la decisione del Comune di Castelfranco di ricorrere al Tar e le dichiarazioni di Enrico Rossi, l'Unione Inquilini vuole spiegazioni

Richiede un consiglio comunale aperto per fare il punto della situazione sul pirogassificatore di Castelfranco di Sotto, la sezione Valdarno Inferiore dell'Unione Inquilini, contraria all'impianto e desiderosa di ricevere spiegazioni sulla questione dalla stessa amministrazione comunale che ha annunciato alcuni giorni fa di voler presentare ricorso al Tar, dopo il via libera al pirogassificatore da parte dell'ufficio ambiente della Provincia di Pisa.

"Non si conosce ancora su quali motivi il Comune di Castelfranco di Sotto baserà l'impugnazione - afferma l'avvocato Luca Scarselli dell'Unione Inquilini - non solo, sembrerebbe che gli altri Comuni del Comprensorio appoggeranno la suddetta azione ma non si sa in quale maniera ed a quale titolo".

L'Unione Inquilini pone poi l'accento sulle recenti dichiarazioni del presidente della Regione Toscana Enrico Rossi che ha annunciato che si difenderà dalle eventuali azioni giudiziarie della Provincia di Pisa e dei Comuni del Comprensorio del Cuoio. "Non comprendiamo come mai si voglia difendere con così tanto accanimento l'autorizzazione di una società privata" sottolinea Scarselli che lancia accuse anche alla stessa Provincia di Pisa, divisa tra il parere positivo dei tecnici e la contrarietà del consiglio comunale e dello stesso presidente Andrea Pieroni. "La Provincia di Pisa ha preannunciato azioni legali, ma non si sa contro chi, visto che è essa stessa ad aver rilasciato l'autorizzazione - dice ancora Scarselli -  oltretutto, lo stesso presidente Pieroni ha dubitato del fatto che i Comuni del Comprensorio abbiano la legittimazione ad agire contro la delibera regionale, atto presupposto della autorizzazione. Ad oggi, sembra che i suddetti enti stiano dando mostra di baloccarsi a quel gioco che facevano i bambini alcuni anni fa, cioè il tutti contro tutti".

"Di conseguenza - conclude l'avvocato Scarselli dell'Unione Inquilini - considerando che la suddetta situazione non fa altro che confondere la popolazione che non riesce a comprendere come stiano effettivamente le cose, la nostra sezione ha inviato al Sindaco del Comune di Castelfranco di Sotto richiesta per far svolgere un consiglio comunale aperto in modo che la stessa amministrazione comunale possa spiegare la situazione odierna di fronte ad una cittadinanza sempre più piena di livore e delusione".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pirogassificatore: l'Unione Inquilini chiede un consiglio comunale aperto

PisaToday è in caricamento