Cronaca

Scuola, prova superata per il rientro in classe: "Poche criticità e massimo rispetto delle regole"

Salvatore Caruso, preside del Matteotti e coordinatore provinciale dei dirigenti scolastici, esprime soddisfazione per l'organizzazione messa in campo da lunedì 11 gennaio

Rispetto dei tempi e un'organizzazione che lascia spazio a poche criticità, evidenziate nei giorni scorsi in alcune zone del territorio. Il piano per il rientro in classe degli studenti delle scuole superiori di secondo grado della provincia di Pisa sta funzionando e sta rispondendo bene alla pressione imposta sui trasporti pubblici. Lo conferma Salvatore Caruso, preside dell'alberghiero Matteotti di Pisa e coordinatore provinciale dei dirigenti scolastici.

"Il tavolo di confronto con la Prefettura, la Provincia e tutti i dirigenti delle scuole superiori è sempre aperto - spiega - la comunicazione va avanti a flusso costante: c'è un grande impegno da parte di tutte le parti in gioco affinché un servizio essenziale per la nostra comunità, in particolare per le fasce di popolazione più giovane, come la scuola, possa proseguire senza doversi più interrompere". Caruso evidenzia anche il rispetto delle regole e dei comportamenti da parte degli studenti: "Sanno bene che la didattica in presenza dipende, principalmente, dalla loro attenzione in classe e negli spostamenti da e verso l'istituto scolastico".

Il monitoraggio dei trasporti pubblici

Il dirigente scolastico del Matteotti si sofferma sulle poche criticità emerse da lunedì 11 gennaio, primo giorno di rientro in classe al 50% per gli alunni delle scuole superiori di secondo grado: "Gli istituti organizzano autonomamente la turnazione delle classi. Per cui può emergere, in alcune zone della provincia, una sofferenza leggermente più accentuata nel trasporto pubblico a causa di una maggiore affluenza di utenti. Ma sono piccoli problemi che risolveremo nel minor tempo possibile: questa prima settimana di ritorno in classe è utile per rodare tutto il sistema messo in campo".

ipsar matteotti preside salvatore caruso-2

Dell'organizzazione fa parte anche il controllo agli ingressi delle scuole e nelle fermate degli autobus più frequentate dagli studenti da parte delle forze dell'ordine e dei tutor schierati dalla Provincia: "Un servizio utilissimo - prosegue Caruso - in questi giorni gli agenti e i tutor hanno ricordato ai ragazzi le corrette norme di comportamento, senza riscontrare alcun tipo di problema. Gli studenti in generale sono veramente felici di aver fatto ritorno in classe: la fatica fisica ma soprattutto mentale dei molti mesi trascorsi con la didattica a distanza iniziava a pesare".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, prova superata per il rientro in classe: "Poche criticità e massimo rispetto delle regole"

PisaToday è in caricamento