Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca Via Ulisse Dini

Roberta Ragusa, il pm Mantovani: "Non smetteremo di cercarla"

Nessuna incongruenza nei racconti del marito che non sarà, almeno per il momento, nuovamente interrogato. Il sopralluogo dei Ris non ha fornito elementi utili ma le indagini proseguono senza sosta

Le indagini proseguono, vanno avanti. Lo assicura il sostituto procuratore Aldo Mantovani, che coordina le indagini sulla scomparsa di Roberta Ragusa. "Non smetteremo di cercare Roberta Ragusa e non abbiamo mai smesso di farlo" ha affermato il pm che, sotto il profilo investigativo, ammette che non vi sono novità e ribadisce che l'iscrizione nel registro degli indagati del marito della donna, Antonio Logli, "é un fatto squisitamente tecnico, necessario per effettuare alcuni atti irripetibili come è stato il sopralluogo dei Ris".


Analisi che, peraltro, non hanno fornito alcun elemento utile alle indagini, così come non hanno mostrato crepe, agli occhi degli inquirenti, i ripetuti e circostanziati racconti fatti da Logli al momento della denuncia della scomparsa della moglie. "Lo abbiamo sentito molto spesso - ha concluso Mantovani riferendosi al marito - e al momento non abbiamo necessità di nuovi interrogatori. Ciò che ha raccontato ha finora trovato riscontri". (fonte Ansa)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roberta Ragusa, il pm Mantovani: "Non smetteremo di cercarla"

PisaToday è in caricamento