Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Piazza Martiri della Libertà

Volterra, misure 'salva Pasqua': si studiano soluzioni temporanee per riaprire la viabilità

Si stanno vagliando alcune ipotesi per riaprire al transito Piazza Martiri della Libertà e Viale dei Ponti, chiusi dopo la frana delle mura. Si valuta anche la riapertura di una porzione del parcheggio sotterraneo

Lo sperone crollato (foto Gazzetta di Volterra)

"Genio Civile, Comune e specialisti hanno concordato di analizzare a fondo lo stato di cunicoli e cavità sottostanti le mura. Allo studio quindi, ci sono varie ipotesi per riaprire la viabilità in Piazza Martiri e Viale dei Ponti". A fare il punto della situazione è il sindaco di Volterra Marco Buselli per spiegare lo stato dei lavori dopo il crollo dello sperone di roccia all’ingresso della città etrusca del 3 marzo scorso, una frana che ha costretto alla chiusura di una via d'accesso molto importante e del parcheggio sotterraneo.

"L’obiettivo è riaprire in tempi brevissimi - spiega il primo cittadino - la città è attualmente semiparalizzata e non possiamo permettere che venga messa in discussione la stagione turistica, già potenzialmente compromessa dalla chiusura della strada provinciale 15. Purtroppo ci sono ancora leggeri movimenti di una parte della cortina muraria incrinata, in direzione nord ovest. Per questo le indagine e le conseguenti soluzioni da adottare cambiano di giorno in giorno ed ora in ora. In questi giorni verrà effettuato il disgaggio dei massi pericolanti, in modo tale da ridare funzionalità all'area di Piazza Martiri e del Viale dei Ponti. Riguardo al parcheggio sotterraneo, l'ipotesi al vaglio è quella di verificare la possibilità di spostare la biglietteria e riaprire intanto i piani inferiori, lasciando chiuso solo un terzo del primo piano interrato. Questo quadro - precisa il sindaco Buselli - è sempre a livello di ipotesi, suscettibile di variazioni in corso d'opera. Ma tutto questo permetterebbe di tornare alla normalità prima possibile, salvando la Pasqua e i ponti, riaprendo quindi, seppur a ranghi ridotti, prima del 20 aprile. Il pensiero - prosegue il sindaco - è a tutte le attività che aspettano la stagione turistica per giocarsi un anno comunque non facile. Non possiamo neanche permetterci che la città sia invasa dal traffico e dalla sosta selvaggia, ma dobbiamo dare alternative valide".

In merito alle risorse da reperire per far tornare la città alla normalità dopo gli ingenti danni subiti a causa del maltempo, il sindaco Buselli spiega che "stamani ho contattato nuovamente il Ministero alla Cultura, per sollecitare la risposta sui due milioni di euro che mancano ancora all'appello. Mi sono comunque sentito tre volte in questi giorni con il ministro Franceschini e con la sottosegretario di Stato al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali Ilaria Borletti Buitoni, che hanno confermato che si sono attivati per reperire le risorse necessarie".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volterra, misure 'salva Pasqua': si studiano soluzioni temporanee per riaprire la viabilità

PisaToday è in caricamento