Ancora una spaccata sui lungarni: entrano e rubano birra al Caffè dell'Ussero

L'episodio è avvenuto nella notte tra lunedì e martedì. L'attività era finita nel mirino dei malviventi già una ventina di giorni fa

La spaccata al caffè dell'Ussero. Foto tratta dalla pagina Facebook di Gelateria De' Coltelli

Ancora una spaccata sui lungarni. A farne le spese anche stavolta il Caffè dell'Ussero, già finito nel mirino dei ladri una ventina di giorni fa. La tecnica utilizzata sembra essere la stessa che da settimane viene utilizzata per rubare in diversi negozi del centro storico e non, ossia l'utilizzo di un tombino per frantumare i vetri dell'esercizio e fare poi ingresso al suo interno. "Non ho trovato niente nei pressi dell'attività - spiega il titolare Tarcisio Bronte - ma si tratta di vetri piuttosto resistenti quindi probabilmente è stato utilizzato un tombino o comunque qualcosa di consistente".

La brutta sorpresa intorno alle 6.30 di stamani, 25 agosto, all'apertura dell'attività. "Hanno buttato all'aria tutto - prosegue il titolare - alla ricerca di soldi. Se l'altra volta avevano portato via una settantina di euro stavolta solo qualche spicciolo, perchè non lascio più soldi in cassa. In compenso hanno rubato un po' di birre". L'amarezza è tanta. "Provo a riderci sopra ma sono incavolato nero - spiega Bronte - anche stavolta dovrò cambiare la porta dell'attività, in un momento in cui peraltro stiamo lavorando pochissimo, anche a causa del Coronavirus. Insomma oltre al danno la beffa. Spero davvero che la smettano e che capiscano che non c'è niente da rubare".

L'episodio è stato denunciato ai Carabinieri che visioneranno le immagini riprese dalla videosorveglianza cittadina per cercare di scovare elementi utili ad identificare i malviventi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto dal 16 gennaio: prosegue lo stop agli spostamenti tra regioni

  • Coronavirus in Toscana: 379 nuovi casi positivi

  • Bonus mobili 2021, come ottenere le detrazioni: i requisiti

  • Toscana zona gialla: cosa si può fare e cosa no dal 16 gennaio

  • Coronavirus, le palestre GimFive in protesta: anche a Pontedera struttura aperta il 15 gennaio

  • Pisa S.C., vicina la svolta: il magnate russo Knaster vuole acquistare il club

Torna su
PisaToday è in caricamento