Giovedì, 23 Settembre 2021
Sport

L'Aquila - Pisa, le probabili formazioni | Tornano i big, novità in attacco per dare una scossa

La decima giornata di Lega Pro vede il Pisa affrontare in trasferta L'Aquila del nuovo mister Zavettieri, in ottima forma e in trend di risultati positivi. Nerazzurri chiamati ad una prestazione d'orgoglio per scacciare i segnali di sfiducia dei tifosi

Archiviata la sconfitta con il Grosseto in casa il Pisa si lancia all'assalto di un Aquila in ottima salute. Dopo l'esonero di mister Pagliari, che aveva raccolto 5 punti in 6 giornate, con Zavettieri la squadra abruzzese ha fatto 7 punti in 3 partite, vincendo con Teramo, Lucchese e pareggiando con la Reggiana per 1 a 1. Superata in quest'ultimo caso anche l'imbattibilità della difesa granata, che durava da oltre 600 minuti. La trasferta allo stadio 'Fattori' in programma sabato 25 ottobre (ore 14:30) rappresenta quindi una sfida temibile, soprattutto perché il Pisa deve dimostrare di essere una squadra costruita per resistere ad ogni difficoltà. La pressione, se già era alta ad inizio stagione, dopo le parole del presidente Battini nel post partita di Grosseto adesso lo è ancora di più: "Nelle prossime 4 partite servono 4 risultati pieni, altrimenti è un fallimento".

QUI L'AQUILA. Gli abruzzesi volano sulle ali dell'entusiasmo, reduci da buone prestazioni e spinti dai gol di Sandomenico, sempre a segno da quando è iniziata la gestione Zavettieri. Tecnica e velocità per l'ala napoletana, sicuramente il più in forma dei suoi e principale pericolo per la retroguardia nerazzurra con le sue scorribande palla al piede. Non hanno ancora convinto invece Pacilli e Perna, ma è molto probabile che li vedremo entrambi in campo, anche se non dall'inizio.
I rossoblu si schiereranno con il 4-3-3, dove, se Perna è comunque sicuro del posto a giocarsela, saranno Pacilli e Ceccarelli, con quest'ultimo leggermente favorito. In cabina di regia agirà Corapi, insieme a Dal Pinto e Mancini; difesa con Pedrelli, Zaffagnini, Maccarone e Scrugni, fra i pali Zandrini.

QUI PISA. Servono i punti, ancora prima che la prestazione. Mister Braglia ha di nuovo a disposizione i suoi leader Paci e Morrone, che tanto sono mancati ai nerazzurri nello scorso match all'Arena, soprattutto dal punto di vista della personalità. Si tornerà sicuramente alla difesa a 3, più congeniale al tecnico e meglio assorbita dalla squadra, mentre è più difficile capire se il mister cercherà di aumentare la densità in mezzo al campo o confermerà il suo 3-4-3. Possibile decida per una soluzione mediana: 3-4-3, ma con l'indicazione a Napoli di arretrare in fase difensiva sulla linea dei centrocampisti per proteggere meglio il trio difensivo.
Come interpreti davanti a Pelagotti si dovrebbero vedere Paci, Sini e Lisuzzo, mentre a centrocampo Iori e Morrone avranno sugli esterni Pellegrini e Dicuonzo. In attacco oltre ad Arma e Napoli potrebbe esordire il nuovo arrivato Beretta, che ha ben impressionato nell'amichevole di preparazione di metà settimana. L'alternativa è il 3-5-2 con l'arretramento di Napoli sull'esterno al posto di Dicuonzo, con dentro Misuraca e relativo attacco a 2 Arma-Beretta, questi comunque in ballottaggio con Giovinco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Aquila - Pisa, le probabili formazioni | Tornano i big, novità in attacco per dare una scossa

PisaToday è in caricamento