Martedì, 27 Luglio 2021
Cronaca

Finisce il 2020: i 10 fatti che raccontano l'anno

Ripercorriamo le vicende che hanno caratterizzato e segnato gli ultimi 12 mesi

Emergenza Coronavirus, ma non solo. Il 2020 è già entrato nei libri di storia come l'anno della pandemia: il racconto degli ultimi 12 mesi si è concentrato principalmente sulla narrazione del contagio. Ma non sono mancate notizie di cronaca nera: la tragica scomparsa di un neonato in un incidente stradale oppure morti provocate da casualità fatali. E nell'anno che si avvicina alla conclusione ci sono state anche importanti elezioni e fatti riguardanti la sicurezza del territorio che hanno fatto molto discutere. Con questa selezione abbiamo provato a riassumere gli episodi più rilevanti che si sono verificati a Pisa e provincia: ecco i 10 fatti più significativi del 2020.

I 10 articoli più letti del 2020

Incidente stradale a Cisanello: perde la vita un neonato

E' il pomeriggio del 16 febbraio: il traffico nel quartiere di Cisanello, come spesso accade nelle ore pomeridiane, è intenso. In via Manghi alcune vetture sono coinvolte in un tamponamento. A bordo di una delle auto anche un bambino di due mesi che in serata muore a causa dei traumi riportati. Secondo le prime ricostruzioni il piccolo, in auto con la famiglia, si trovava sul seggiolino-ovetto posizionato, lato passeggero, accanto al guidatore. L'attivazione dell'airbag, in conseguenza del tamponamento, potrebbe aver avuto un ruolo nei traumi che hanno poi portato alla morte del piccolo. 

Il tragico fatto scuote la città e anche la periferia, dove risiede la famiglia del piccolo. La Procura di Pisa apre un fascicolo per indagare sulle cause della morte del neonato: dalle prime ricostruzioni emerge che l'auto, condotta dal padre, di origini albanesi ma da tempo in Italia e residente con la moglie, l'altro figlio e il piccolo di due mesi, nella frazione di Colignola (San Giuliano Terme), ha tamponato un'altra vettura che a sua volta ne aveva tamponata un'altra all'incrocio tra via Manghi e via Paradisa, nel quartiere di Cisanello. Un incidente di routine, se così si può dire, ma che si è rivelato fatale per il piccolino. L'airbag infatti non sarebbe stato disattivato e lo scoppio del dispositivo ha schiacciato il neonato provocandogli lesioni gravissime.

'L'amica geniale' ancora a Pisa

margherita mazzucco l'amica geniale serie tv tutor scuola normale

Dopo il grandissimo successo della prima stagione, la Rai propone anche il sequel della fiction 'L'amica geniale', tratta dal romanzo omonimo di Elena Ferrante. In questo secondo capitolo la storia di Elena e Lila fa tappa a Pisa per la carriera universitaria. Tra le scene girate sui lungarni e in Piazza dei Cavalieri si scorgono le bellezze del Palazzo della Carovana e i vicoli del centro storico.
La protagonista, Margherita Mazzucco, durante le riprese viene seguita nello studio da tre tutor della Scuola Normale: Francesco Morosi, Marco Signori e Daniele Semola.

Il Covid arriva in Italia e a Pisa

La pandemia ha monopolizzato gran parte dell'attenzione pubblica. Ecco i 365 giorni raccontati con le varie tappe fondamentali vissute nel territorio pisano: '2020: l'anno del Coronavirus'

Sicurezza e insicurezza in città

E' un tema da sempre fra i più dibattuti, sia a livello politico che nella cittadinanza. C'è chi ha una percezione della sicurezza maggiore rispetto a quanto riportino gli indicatori, chi invece denuncia i fatti che mostrano pericoli costanti, sia in centro che in periferia. La sicurezza a Pisa anche nel 2020 ha incontrato sul suo percorso diversi ostacoli e 'inciampi', come le ragazze che a ottobre sono state aggredite in Piazza dei Cavalieri per aver rifiutato l'invito a bere.

L'episodio ha infiammato la polemica tra la Giunta comunale e l'opposizione, ma si tratta soltanto di uno degli ultimi episodi di violenza accaduti in centro a Pisa. Già a giugno un litigio all'apparenza 'normale', sempre in Cavalieri, era terminato con una bottigliata in testa. Per fare fronte a questi episodi, così come ai ripetuti casi di spaccio di sostanze stupefacenti, l'amministrazione ha creato un Tavolo di osservazione sulla sicurezza, coordinato da un dirigente della Prefettura e composto da responsabili degli Uffici e Comandi delle Forze di polizia e della Polizia locale.

Le classifiche del Sole 24 Ore evidenziano proprio il lavoro di Palazzo Gambacorti per il miglioramento della qualità della vita ma anche l'aumento delle effrazioni delle case dei privati in tutta la provincia. Tra gli aspetti più critici il dato delle rapine nelle abitazioni private: secondo i dati raccolti dal quotidiano, Pisa è al secondo posto in Italia (6,2 denunce ogni 100mila abitanti; per rapine complessive è invece al 17° posto nazionale), dietro Asti (1ª 7,5) e a 'parimerito' con Rimini. Terzo posto nazionale invece per quanto riguarda le denunce per associazione a delinquere (2,2), dietro a Firenze (1° 3,2) e Rimini (2ª, 2,8). Rispetto allo scorso anno, evidenzia sempre Il Sole 24 Ore, Pisa passa dal 13° posto al 17° posto per numero di denunce complessive, con una riduzione dei reati del 6,9% tra il 2018 e il 2019.
Un aspetto, quello della sicurezza, che sommato agli altri indicatori consente a Pisa di piazzarsi al 40° posto nella classifica delle province italiane per qualità della vita.

Tragedia a Tirrenia: muore colpita da una trave

eleonora parisi-2

E' una calda giornata di fine estate e, come di consueto, la popolazione pisana la trascorre in larga maggioranza sulle coste del litorale. Purtroppo però il 6 settembre passa agli onori della cronaca per la morte accidentale di una turista che ha il desiderio di scattarsi una foto ricordo in un luogo legato ad un periodo felice della sua gioventù. Elena Parisi, di 43 anni, da Torino è con il compagno a Tirrenia: vuole immortalarsi di fronte all'ingresso dell'Imperiale, locale che ha fatto la storia della musica dance tra anni '80 e '90.

Così si è attaccata alla trave di cemento che collega la riproduzione di due colonne romane in un giardino tra la terrazza alla fine di piazza Belvedere e il parcheggio, un'area privata recintata da vasi e piante. La trave si è però spezzata colpendo la donna sulla testa e sul collo. Inutili i tentativi di soccorso: la 43enne è morta sul colpo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finisce il 2020: i 10 fatti che raccontano l'anno

PisaToday è in caricamento